Contattaci Rss

Roma 24 febbraio 2020 - Comunicato Stampa

Corona virus: “Siano sospese le esecuzioni di sfratto e di esproprio nelle Regioni interessate da contagi coronavirus” Dichiarazione di Massimo Pasquini, Segretario Nazionale Unione Inquilini.

Grande attenzione sta ricevendo in Italia la questione del contagio da coronavirus, comuni e regioni del nord hanno preso decisioni drastiche come isolamento dei comuni, il fermo di attività pubbliche e di eventi sportivi. In tale ambito rivolgo un accorato appello al Ministro dell’interno affinché emani una circolare ai Prefetti per la sospensione immediata delle esecuzioni di sfratto e di espropri nei confronti di famiglie che ne sono oggetto. Sarebbe grave che nelle Regioni e nei comuni interessati si siano prese misure molto forti e al contempo di continuano ad eseguire sfratti ed espropri mettendo le famiglie in strada con la forza pubblica senza passaggio da casa a casa. Famiglie spesso composte da minori, o anziani o persone disabili, in serio pericolo per la loro salute. Auspico che la Ministra Lamorgese possa aderire al nostro invito in tempi rapidi.

Recuperata la lettera aperta dell'Unione Inquilini del 13 gennaio 2003 ai Magistrati di Firenze - fu distribuita all'inaugurazione delll'anno giudiziario. Attuale o datata? Ci sembra illuminante nella sua franchezza. La red, fiorentina di www.unioneinquilini.it.


Unione Inquilini

Il Segretario Nazionale

Roma, Via Cavour 101, tel. 06 4745711 - fax 06 4882374

Roma - Firenze, 13 gennaio 2003.

Sarò a Firenze all'inaugurazione dell'anno giudiziaria con questa lettera aperta.

Ai magistrati di Firenze

 

Sabato prossimo molti magistrati, suppongo i più, si presenteranno alle inaugurazioni dell'anno giudiziario impugnando la Costituzione Italiana.

Esponenti dell'Unione Inquilini si uniranno a tali manifestazioni apprezzando l'iniziativa dell'ANM in difesa della Costituzione. Ritengo che questo scenario si riprodurrà anche a Firenze.

Qui però - lo devo dire con franchezza ed amarezza - c'è qualcosa che non va.

Qui nel decidere sui rapporti di locazione, sull'intreccio dei diritti soggettivi, la Costituzione c'entra poco.

Vale - dalla lettura di numerose sentenze - non il diritto nella sua evoluzione storica, ma il secco riferimento al diritto di proprietà nell'accezione antica: a quell' "uti et abuti" superato da tutte le Costituzioni del secondo dopoguerra.

Non solo; dal Tribunale Civile di Firenze (recependo sempre le richieste degli avvocati della Confedilizia) sono state emesse le ordinanze di rinvio alla Corte Costituzionale affinché pronunciasse l'illegittimità costituzionale di una serie di norme: quelle che avevano istituito le Commissioni Prefettizie per la graduazione degli sfratti, che subordinavano il diritto a sfrattare al pagamento delle tasse sui canoni percepiti,  che limitavano il risarcimento del danno per la ritardata consegna dell'immobile disdettato ad una canone aumentato del 20%; ed ora quella che richiede la pronuncia della Corte nei confronti della sospensione degli sfratti per categorie di cittadini particolarmente "sfortunati", ultrasessantacinquenni e/o portatori di gravi handicap e con redditi da sopravvivenza.

Nello stesso tempo - nonostante decine di istanze presentate ai legali dell'Unione Inquilini -  nessun magistrato ha ritenuto non manifestamente infondata e dunque meritevole di rinvio alla Corte Costituzionale - l'eccezione di incostituzionalità nei confronti dell'istituto della finita locazione. Per questo facemmo anche uno sciopero della fame.

Ed ancora, la stessa Procura Generale della Repubblica, ha ritenuto non rilevanti per le stesse connessioni con l'andamento delle esecuzioni degli sfratti, le denunce dell'Unione Inquilini di gravi inadempienze da parte degli Enti Locali del comprensorio fiorentino, nel non uso delle risorse finanziarie per la realizzazioni di ingenti stock di alloggi pubblici.

Come dire, non solo non si sono prodotte delle sentenze che difendessero il diritto alla casa, almeno alla pari del diritto di proprietà, ma si è bloccata ogni iniziativa legale atta a stimolare in tal senso la pubblica amministrazione e lo Stato.

Che altro dire? 

Vorrei capire che senso hanno questi indirizzi, perché ormai di questo si tratta, con i contenuti degli articoli 2, 3, 10, 29, 32, 41, 42 della Costituzione

Questa lettera aperta sarà distribuita davanti all'aula bunker, per riaprire un confronto con tutti i magistrati che deve essere anche culturale, nel senso più alto del termine; ritengo infatti che l'autonomia e l'indipendenza della magistratura sia un valore irrinunciabile ma che ci sia un "padrone" a cui tutti - anche i magistrati - dobbiamo sottomettersi ed è la Costituzione Italiana, con le sue gerarchie interne, con le sue linee guida, con i suoi valori civici. Distinti saluti.

 

Vincenzo Simoni

Segretario Nazionale

dell'Unione Inquilin

 

Segnalazione su coronavisrus . Aquisire sulle conseguenze mortali e la cronistoria (Repubblica e Corriere)

Decreto interministeriale ( lavoro e esteri) relativo ai Paesi extra europei dai quali è possibile avere la documentazione ai fini Isee del patrimonio immobiliare posseduto

Vi propongo un estratto dal giovane Gramsci in “La Città futura” dell’11 febbraio 1917….

 “ Quando discuti con un avversario, prova a metterti nei suoi panni: lo comprenderai meglio e forse finirai con l’accorgerti che ha un po’ o molto  di ragione. Ho seguito per qualche tempo questo consiglio dei saggi. Ma i panni dei miei avversari erano così sudici che ho concluso: è meglio essere ingiusto qualche volta che provare di nuovo questo schifo che fa svenire”.

 V.S. nel tardo pomeriggio del 27 novembre 2019

http://www.unioneinquilini.it/public/foto/T2020.jpg

Coordinamento nazionale dell’Unione Inquilini

Si svolgerà a Livorno, sabato 9 novembre dalle ore 15,00 alle ore 20,00

e domenica 10 novembre dalle ore 09,00 alle ore 13,00

nel Salone Lem - Palazzo dei Portuali - Via S. Giovanni 19

Per i tracotanti e gli insinuanti

lo Stato sociale s’abbatte, non si cambia!

 Debole e povero devi morire

Povero e forte devi schiattare

Per noi tutti

Resistenza

 


http://www.unioneinquilini.it/public/foto/knnaakfheeoacbim.png

 

10.10.2019
Fondi ex gescal: rivelazione choc

A Roma, come in molte città, si pensa a sgomberare, ma nessuno pensa a un piano per l’emergenza abitativa o per garantire un tetto sopra la testa di chi ha bisogno, per questo l’Unione Inquilini si è attivata ancora una volta per chieder risposte al nuovo Governo. “La question time svoltasi oggi, presso la Commissione Ambiente della Camera dei Deputati in merito all’aggiornamento delle giacenze nel conto corrente 18128 presso la Cassa depositi e prestiti dei fondi Gescal inutilizzati e destinati alla realizzazione di alloggi popolari, ci dice che ancora risultano complessivamente inutilizzati 970 milioni... (segue)

Lettera e documento Federcasa e Sindacati inquilini

alla Ministra De Micheli

Inviamo per opportuna conoscenza la lettera inviata oggi, 2 ottobre 2019, alla Ministra alle infrastrutture e trasporti De Micheli da Federcasa (associazione nazionale enti gestori edilizia residenziale pubblica), Sicet, Sunia, Uniat, Unione Inquilini.La lettera invita la Ministra ad indicare una data per la Conferenza nazionale sulle politiche abitative che Federcasa e Sindacati inquilini intendono promuovere entro ottobre o altra data nella quale la Ministra sia disponibile. Inoltre in allegato il documento inviato alla Ministra e che sarà la base di discussione della Conferenza nazionale, si tratta del documento del 2017 che è stato aggiornato ad oggi. Come potete notare vi sono punti delle proposte che riprendono nostre richieste.

Da Massimo Pasquini - segretario nazionale Unione Inquilini

Lettera - Allegati

La casa nel programma del governo Conte

La versione definitiva e l’estratto del punto 8

 8) Occorre prevedere un piano di edilizia residenziale pubblica volto alla ristrutturazione del patrimonio esistente e al riutilizzo delle strutture pubbliche dismesse, in favore di famiglie a basso reddito e dei giovani; adeguare le risorse del Fondo nazionale di sostegno alle locazioni; rendere più trasparente la contrattazione in materia di locazioni.

Qualcuno ci chiede: che c'entra la politica con l'Unione Inquilini? Risposta: " Si incrocia per noi, come per gli altri, siano gestori dell'ERP, sindaci, assessori regionali, ma anche presidenti di comitati di autogestione nelle case popolari". Anche ci sceglie l'astensione dal voto esprime una posizione. Il sindacalismo ha sempre fatto in conti con le relazioni politiche, mantenendo libertà e autonomia o al contrario praticando il collateralismo. Detto questo vorrei passare a una opzione di fondo e chiedervi se per l'emancipazione dal bisogno e per il consolidamente della sicurezza  individuale e comunitaria sia preferibile la democrazia rafforzata o la sudditanza clientelare. Preferibile vuol dire che si può ancora scegliere. Questo il senso del miei stessi editoriali... Tenere la schiena diritta!

Ciao a tutti. V. Simoni, red. di www.unioneinquilini.it

SGOMBERI A ROMA

Entrate nel file sul programma di sgomberi/occupazioni - e scaricate l'elaborazione della prefettura di Roma. In evidenza i meccanismi legali, la natura delle proprietà immobiliari, le condizioni degli immobili, alcuni rilievi  sul contesto sociale, le durata delle occupazioni, spesso decennale, la composizione degli occupanti e il rapporto con tanti centri sociali autogestiti.

Troverete tante sigle sulla proprietà: Acea, Inps, Inpdap, Enasarco, una serie di fondi immobiliari e di istituti bancari e anche delle Coop. Ragionateci con cognizione di causa a partire dai grandi numeri (11.000 occupanti!) e dello scarto tra le formule giudiziarie che presuppongono gli sgomberi e i vincoli  social/costituzionali per la proprietà pubblico/privata, mai richiamati negli atti. Leggete e rielaborate!

http://www.unioneinquilini.it/public/foto/67367149_1291923224289892_5388700466186027008_o.jpg

Dichiarazione di Fabrizio Ragucci, segr. UI Roma:  "Lo sgombero di Primavalle è anzitutto un'offesa alla morale"

Testo integrale della lettera inviata all'Onu da Massimo Pasquini,
Segretario Nazionale dell'Unione Inquilini

a Leilani Farha, Relatrice Speciale ONU sul Diritto alla Casa,

con la richiesta di intervento urgente presso il Governo italiano per far cessare la repressione dei difensori del diritto alla casa e far rispettare le obbligazioni legali per il diritto alla casa

PILASTRO SOCIALE EUROPEO

DIRITTO ALL'ALLOGGIO

DOCUMENTAZIONE
principi, raccomandazioni, impegni finanziari europei

DA UTILIZZARE ANCHE NELLE VERTENZE REGIONALI

per non ripiegarsi mai su una contabilità fuorviante!
(quando dicono che non ci sono i soldi!)

CASSA DEPOSITI E PRESTITI

Alcuni estratti per un dossier
con una nostra presentazione

1) una intervista a Marco Bersani (Attac Italia) su cos'era e cos'è diventata la CDP (2013).
2) la funzione di CDP nel sedicente piano casa di Berlusconi (2008-2011) - In Sbilanciamoci.
3) e ancora "casa" con Letta (2013) - fonte "Atelier" articolo di De Luca.
4) la renziana vendita del Teatro Comunale di Firenze - il Fatto Quotidiano (2015).
5) l'ipotesi di salvataggio dell'ILVA - Corriere della Sera (2016).
6) fino ai crediti bancari in sofferenza - Sole24Ore (2016)

In una sostanziale distrazione
politica e sindacale

 
dal 1 gennaio 2015 è in vigore la nuova
ISE - ISEE

per l'accesso alle prestazioni
sociali, assistenziali, sanitarie
Scarica il dossier informativo!


Vademecum 730/2016
 detrazioni fiscali per inquilini, studenti fuori sede,
lavoratori e assegnatari di ERP.

E per il 5 per mille
codice da inserire nell'apposito spazio 730/2016 :
 92015720490
http://www.unioneinquilini.it/public/foto/detrazioni730.jpg
Tessera 2020

5 x mille
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.