Back

Indice Comunicati

Home Page

UNIONE INQUILINI
Segreteria di Roma e del Lazio
Roma,Via Cavour 101, Tel. 06/483860 -  06/4745711 - fax 06/4882374 unioneinquilini@virgilio.it  - Sito internet: unioneinquilini.it

30 novembre 2005

 

COMUNICATO STAMPA

 

SFRATTI/ROMA: “ SE PREFETTO SERRA DECIDERA’ DOMANI DI SOSPENDERE GLI SFRATTI AVRA’ TUTTO IL NOSTRO APPOGGIO, CI AUGURIAMO CHE LA SOSPENSIONE DEGLI SFRATTI SIA LA PIU’ AMPIA POSSIBILE”

 

Secondo alcune agenzie di stampa di oggi il Prefetto Serra avrebbe convocato per domani il Comitato per l’ordine e la sicurezza straordinario per decidere la sospensione degli sfratti, o meglio per decidere la non concessione della forza pubblica nelle esecuzioni degli sfratti, in merito Massimo Pasquini, Segretario dell’Unione Inquilini di Roma ha dichiarato: “ Se quanto riportato dalle agenzie di stampa è vero si tratta di un primo risultato tangibile delle iniziative che la rete antisfratto di Roma ha messo in piedi negli ultimi tre mesi, ovvero dal 30 settembre quando è scaduto l’ultimo differimento degli sfratti. Una mobilitazione continua che ha spinto il Sindaco di Roma  e l’intera Giunta così come il Presidente della Provincia Gasbarra e il Presidente della Regione Lazio ha chiedere con forza la sospensione degli sfratti per un congruo periodo. Siamo parzialmente soddisfatti della decisione che il Prefetto si appresterebbe a prendere. Noi continuiamo a dire che sfrattare anziani e malati è un fatto di inciviltà, e  vista la gravità della situazione romana si deve procedere ad un blocco generalizzato degli sfratti tranne quelli per necessità accertata del proprietario. Tale blocco degli sfratti deve essere contestuale alla messa in pratica di quanto previsto dalla delibera programmatica 110 del 2005 approvata dal Consiglio comunale che prevede la possibilità di disporre tra i prossimi tre mesi e due anni di circa 10.000 alloggi pubblici o sotto il controllo pubblico. Dopo una tendopoli che per due settimane ha stazionato in Piazza Venezia iniziano a vedersi i primi risultati: 1) nei prossimi giorni si terrà una Giunta Straordinaria del Comune di Roma incentrata sulla questione casa; 2)  a metà dicembre si terrà una riunione presso l’assessorato casa con tutti i soggetti interessati per avviare gli iter applicativi della delibera 110, in particolare la definizione del canone solidale e dei soggetti che potranno accedere agli alloggi provenienti dai cambi di destinazione d’uso; 3) nei prossimi 10 giorni in Comune di Roma potrà disporre dei primi immobili da destinare a centri temporanei di permanenza per sfrattati a seguito delle risposte dell’avviso pubblico di questi giorni; 4) si avvieranno i primi 11 progetti di cambio di destinazione d’uso sui 57 complessivi; 5) il 14 dicembre si terrà il consiglio regionale straordinario sulla casa.

Tutti questi appuntamenti e programmi sono alla base della richiesta di un blocco degli sfratti non finalizzato all’allungamento di una agonia ( lo sfratto) ma finalizzato a dare risposte concrete. Risposte assai diverse dal confronto quotidiano nei picchetti antisfratto tra sindacati e movimenti da una parte e forze dell’ordine e ufficiali giudiziari dall’altra.

In tale contesto sottolineiamo l’assoluta inciviltà del silenzio del Governo, un governo che fa solo spot elettorali ma che concretamente è responsabile della drammaticità della questione casa nella nostra città.”

 

Info 347/546.55.66

 

 

 


Top

Indice Comunicati

Home Page