Back

Indice Comunicati

Home Page

UNIONE INQUILINI

UNIONE INQUILINI

Segreteria di Roma e del Lazio

Via Cavour 101 – 00184 Roma

Tel. 06/4745711 – fax 06/4882374

Sito www.unioneinquilini.it – e mail unioneinquilini@virgilio.it

 

Roma 16 gennaio 2006

 

COMUNICATO STAMPA

 

CASA/SFRATTI/ROMA: “ I MANICHINI UNA TROVATA DI PESSIMO GUSTO, LA QUESTIONE CASA E’ UNA COSA SERIA CHE AFFRONTATA IMMEDIATAMENTE E NON DECLASSANDOLA AD AVVENIMENTI AD EFFETTO CHE DURANO LO SPAZIO DI UNO SLOGAN. NECESSARIA UNA SVOLTA NELLE POLITICHE ABITATIVE E CHE IL SINDACO EMANANI L’ORDINANZA DI BLOCCO DEGLI SFRATTI” DICHIARAZIONE DI MASSIMO PASQUINI SEGRETARIO UNIONE INQUILINI DI ROMA E DEL LAZIO

 

In merito ai manichini comparsi oggi a Roma e a Fiumicino e alla fine della sospensione dell’utilizzo della forza pubblica per eseguire gli sfratti, Massimo Pasquini, Segretario Unione inquilini di Roma e del Lazio ha dichiarato: “ Trovo davvero di pessimo gusto la macabra “trovata” di esporre manichini impiccati per denunciare lo stato che vivono migliaia di famiglie nella città di Roma a causa della insostenibilità degli affitti e della onerosità dei mutui. La questione casa non può essere declassata a trovate ad effetto, peraltro anonime, che svaniscono due dopo averle effettuate. La questione è maledettamente seria e sconvolge la vita di tante persone. Noi continuiamo a dire in maniera incessante che è necessario l’avvio di una vera politica abitativa che abbandoni le privatizzazioni, le dismissioni, la liberalizzazione degli affitti. Così come continuiamo a dire che per poter avviare e concludere una seria politica abitativa come quella tracciata dalla delibera comunale 110 del 23 maggio 2005 si deve procedere al blocco degli sfratti. Per questi motivi l’Unione Inquilini ha promosso per domani martedì 17 gennaio dalle ore 10.30 alle ore 15 un incontro/confronto al quale parteciperanno tutti i soggetti interessati: sindacati inquilini, movimenti, associazioni di volontariato, Anci, Regioni, Federcasa (associazione Ater/IACP) e tutti i partiti dell’Unione, per affrontare in maniera decisa la questione casa con proposte programmatiche alternative alle politiche abitative sostenute dal governo Berlusconi che per la prima volta dal dopoguerra ha consentito lo sfratto persino di anziani, portatori di handicap e di malati terminali. Una cosa quest’ultima indegna di un Paese civile e componente del G8.

Ma lanciamo un ulteriore appello al Sindaco Veltroni, perché a fronte dell’immobilismo del Governo, sia lui ad emanare una ordinanza contigibile ed urgente di blocco degli sfratti. Il Sindaco può emanare questa ordinanza a tutela della salute dei cittadini. Non lo diciamo solo noi. Lo afferma ciò in maniera inequivocabile anche l’ordinanza del Tar del Lazio 3379/2005 del 22 giugno 2005 la quale nel sospendere gli effetti delle ordinanze di blocchi degli sfratti emanate da alcuni presidenti di municipio, affermava testualmente che questa “ …. era riservata alla competenza del Sindaco ai sensi dell’articolo 54, comma 2 del D.lg.vo n° 267/2000”. Tale sentenza è per noi importantissima perché da ragione e sostanza alle nostre ripetute richieste al Sindaco di bloccare gli sfratti. ( la sentenza è possibile visionarla sul nostro sito www.unioneinquilini.it).

Ci auguriamo davvero che il 2006 sia l’anno della svolta sulle politiche abitative e dell’affermazione piena del diritto alla casa.”

 

 

Info 347/546 55 66


Top

Indice Comunicati

Home Page