Back

Indice Comunicati

Home Page

COMUNICATO STAMPA

 

Ribadite le intese del 2004 con  Unione Inquilini e Federcasa  

                                     

Proseguono gli incontri tra i sindacati  degli

inquilini ed i vertici della Fondazione Enasarco

 

 

Proseguono le consultazioni tra i Sindacati degli inquilini e la Fondazione Enasarco tese a confermare la necessaria tranquillità alle migliaia di conduttori degli immobili preoccupati  dalle voci, senza alcun fondamento, registrate nei mesi scorsi circa la “dismissione” del patrimonio dell’Ente.

 

         Una delegazione delle Segreterie nazionali dell’Unione Inquilini e della Federcasa  si è incontrata con i vertici della Fondazione ENASARCO.

 

Nel corso dell’incontro, richiesto dalle Organizzazioni Sindacali, è stata  ribadita la validità dell’Accordo sottoscritto il 24/06/2004 concordando sulla opportunità di:

 

·         fornire ampie assicurazioni e garanzie agli inquilini oggetto di  informazioni sbagliate e richieste di costituzione di cooperative;

·         aprire un tavolo di confronto, sul punto 9 dello stesso (diritto di prelazione e massima agevolazione all’inquilino per l’acquisto del proprio appartamento),

·         pervenire, nel breve periodo, (entro il mese di febbraio) alla costituzione di un tavolo unitario per la sigla di un accordo per la determinazione di criteri riservati agli inquilini (prezzi, modalità di vendita e stabilità locativa per chi non  è intenzionato all’acquisto) nella eventuale futura ipotesi di vendita parziale o totale degli immobili di proprietà della Fondazione.

 

L’ENASARCO ha comunque ribadito che :

-          nessuna decisione è stata presa fino ad oggi in merito alla vendita totale o parziale del patrimonio immobiliare;

-          nessuna decisione verrà assunta prima della conclusione di un accurato studio sulle ipotesi di valorizzazione del patrimonio che verrà affidato attraverso un apposito bando di gara d’appalto;

-          ogni eventuale ipotesi di dismissione sarà gestita sempre e soltanto in accordo con le Associazioni degli inquilini, senza l’intervento di intermediari o “immobiliaristi” e vigilando contro ogni tentativo di speculazione.

-          le condizioni che verranno applicate in caso di vendita (da chiunque gestita) saranno quelle risultanti dagli accordi sindacali e non vi sarà alcun trattamento privilegiato, rispetto a quello stabilito per il singolo inquilino.

 

Roma, 27.01.2006

 


Top

Indice Comunicati

Home Page