Back

Indice Comunicati

Home Page

Ordinanza 521/2006

Ordinanza 521/2006

 

REPUBBLICA ITALIANA

TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE

PER IL LAZIO

ROMA

 

SEZIONE SECONDA

 

Registro Ordinanze:/

Registro Generale: 12172/2005

 

nelle persone dei Signori:

 

DOMENICO LA MEDICA, Presidente

SILVESTRO MARIA RUSSO, Cons.

RAFFAELO SESTINI, Primo Ref. , relatore

 

ha pronunciato la seguente

 

ORDINANZA

 

nella Camera di Consiglio del 28 Gennaio 2006

 

Visto il ricorso 12172/2005 proposto da

SOC. IMMOBILIARE TREA A RL

 

rappresentato e difeso da:

MEZZETTI AVV. MANUELA

con domicilio eletto in ROMA

VIA CAMPO POMA, 4

Presso

MEZZETTI AVV. MANUELA

 

contro

 

COMUNE DI ROMA

rappresentato e difeso da:

MURRA AVV. RODOLFO

con domicilio eletto in Roma

VIA TEMPIO DI GIOVE, 21

presso AVVOCATURA COMUNE DI ROMA

 

MUNICIPIO DI ROMA X

 

 

e nei confronti di

 

 

 

 

ANDREOLI ROMANO

 

e nei confronti di

ANTONELLI ROMANO

 

e nei confronti di

NARDI MARIA

 

e nei confronti di

GRAMAZIO ANNA

 

e nei confronti di

CASTRO GERMANA MARCO

 

e nei confronti di

MOUSSA KA

 

e nei confronti di

GHORABO ANWARR

 

e nei confronti di

MARIANI FEDERICO

 

e nei confronti di

LAHRACH ABDELLAH

 

e nei confronti di

CARDILLO JOSEPH

 

e nei confronti di

CARDELLO DOMENICO

 

e nei confronti di

DEMONTE FRANCESCO

 

e nei confronti di

NIERI FILOMENA

 

e nei confronti di

FIAMMINGHI ANTONIETTA

 

e nei confronti di

COLOMBI ENZO

 

per l’annullamento, previa sospensione dell’esecuzione,

- delle ordinanze n. 6 del 30.09.2005 prot. CLL 74080. n. 8 del 24.10.2005, prot. CLL 79922, n. 9 del 24.10.2005, prot. CLL 79923, rilasciate dal Municipio X;

- di ogni altro atto preordinato, connesso o consequenziale.

Visti gli atti e i documenti depositati con il ricorso;

 

Vista la domanda di sospensione della esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dal ricorrente;

Visto l’atto di costituzione in giudizio di:

 

COMUNE DI ROMA

 

Udito il relatore Primo Ref. RAFFAELLO SESTINI e uditi gli avvocati M. Mezzetti e R. Murra.

Visti gli artt. 19 e 21, u.c., della Legge 5 dicembre 1971, n. 1034, e l’art. 36 del R.D. 17 agosto 1907, n. 642;

Considerato che l’immobile in questione, almeno in parte, risulta dismesso da epoca remota;

Rilevato che l’efficacia del provvedimento gravato è limitato nel tempo e che per l’occupazione è previsto un indennizzo, parametrato al canone di locazione quantificato in conformità alla vigente normativa;

Ritenuto, quindi, che NON SUSSISTONO i presupposti per disporre l’accoglimento dell’istanza incidentale di sospensione dell’atto impugnato, con particolare riguardo all’assenza di un danno grave ed irreparabile;

P.Q.M.

 

RESPINGE la suindicata domanda incidentale di sospensione.

 

La presente ordinanza sarò eseguita dalla Amministrazione ed è depositata presso la Segreteria del Tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

 

ROMA, lì 25 gennaio 2006

 

 

PRESIDENTE       (firma in calce)        

 

CONSIGLIERE     (firma in calce)

 

  

                                                  Data e timbro della cancelleria

                                                                 

 

 

                                                                         IL SEGRETARIO

 

                                                                           (firma in calce)

            

                                                

 

Timbro del TAR del Lazio Sez. 2.

 

 

 

 

 

 

 


Top

Indice Comunicati

Home Page