Back

Indice Comunicati

Home Page

Nessun sfratto a casalbertone per il diritto alla casa

NESSUNO SFRATTO A CASALBERTONE

UN QUARTIERE UNITO PER  IL DIRITTO ALLA CASA

 

In questi giorni sono pervenute agli inquilini dello stabile della Cassa per i Ragionieri di Via Pollio  40, le convocazioni al Tribunale di Roma con  la richiesta di sfratto da parte della proprietà.

 

Cosa hanno fatto gli inquilini per meritare questo?

Forse non hanno  pagato regolarmente le bollette di affitto in questi anni?

No! Al contrario, sono sempre stati puntuali nei pagamenti e, anzi, avendo curato i loro appartamenti hanno  anche  evitato il degrado del palazzo sempre trascurato dall’Ente.

 

L’unica colpa che questi inquilini hanno è quella di rifiutare gli aumenti  che superano il 100% rendendo i canoni insostenibili per le  famiglie (per lo più monoreddito e/o pensionati).

Qualsiasi persona dotata di buon senso direbbe che la proprietà non può chiedere questi soldi eppure,  la legge attuale  glielo consente.

Così, basta  la lettera “per finita locazione” e si   diventa “un senza casa”: ci crolla il mondo addosso, ci si ammala,   il chiodo fisso è l’ufficiale giudiziario, lo sfratto.

 

 Vi è la necessità di una modifica legislativa, occorre abolire il libero  mercato sugli affitti !

 

Il problema della casa non riguarda solo gli inquilini di Via Pollio. Quanti sono, infatti,  gli inquilini che silenziosamente subiscono affitti elevatissimi o lo sfratto senza poter reagire?

 

 CHIEDIAMO SOLIDARIETÀ A TUTTO IL QUARTIERE:

·        ai lavoratori perché non si può lottare per un aumento salariale di pochi euro e poi spendere tutto per pagare l’aumento dell’affitto;

·        agli studenti fuorisede, i primi a subire la legge del libero mercato;

·        ai proprietari della casa in cui abitano perché il libero mercato sugli affitti costringe lo Stato e il Comune a spendere soldi per l’assistenza abitativa e quindi a mantenere una tassa ingiusta come l’ICI (della quale chiediamo l’abolizione relativamente alla prima casa);

·        agli inquilini (o ex) degli Enti Previdenziali Pubblici e dell’Enasarco che hanno fatto con noi tante battaglie e hanno visto come uniti si vince;

·        ai commercianti  già danneggiati dalla presenza di Auchan, perché il trasferimento di soldi alla grande proprietà diminuisce ancor più il potere d’acquisto dell’ inquilino.

 

Tutti alla manifestazione per le strade del quartiere

 

SABATO 25 FEBBRAIO ORE 15.30

da Via Pollio  a Piazza S. Maria Consolatrice 

 

 

Comitato Inquilini Cassa RagionieriUnione Inquilini Casal Bertone

Via Cavour 101 – 00100 Roma  06/4745711 fax 06/4882374  www.unioneinquilini.it

*


Top

Indice Comunicati

Home Page