Back

Indice Comunicati

Home Page

COMUNE MILANO/TAR BLOCCA VENDITA IMMOBILE COMUNALE PIAZZALE DATEO

COMUNE MILANO/TAR BLOCCA VENDITA IMMOBILE COMUNALE PIAZZALE DATEO

Accolto ricorso del sindacato inquilini, asta scade 14 marzo

 

Milano, 1 mar. (Apcom) - Il Tar della Lombardia ha sospeso la vendita dello stabile di Piazzale Dateo 5 a Milano di proprietà del Comune di Milano. Lo si apprende dal Sicet –Sindacato inquilini casa e territorio che aveva presentato il ricorso al tribunale amministrativo regionale. La giunta di Palazzo Marino aveva deciso un anno fa di vendere l'immobile ai privati. Una decisione confermata a novembre 2005 dal voto favorevole del Consiglio comunale. L'idea che ha ispirato il provvedimento della maggioranza è che l'immobile, destinato a edilizia popolare, nei 22 anni trascorsi dall'inizio della ristrutturazione, si è talmente rivalutato sul mercato da rendere più conveniente la vendita e l'utilizzo del ricavato per costruire un maggior numero di alloggi popolari in periferia. L'avviso d'asta prevede la

scadenza dei termini il 14 marzo 2006.  Per il sindacato degli inquilini l'immobile è però patrimonio di

edilizia pubblica e può essere venduto solo se viene sottratto da questa destinazione attraverso una specifica normativa regionale. Il Tar ha sospeso il provvedimento comunale proprio perché assunto in assoluta autonomia, in spregio alle leggi che regolano l'edilizia residenziale pubblica. Sarebbe opportuno che la giunta mettesse fine a questa incredibile vicenda assegnando finalmente questi alloggi, attraverso le normali procedure, alle famiglie che da anni aspettano nelle graduatorie. In ogni caso, nei prossimi giorni, presenteremo un esposto alla Corte dei conti affinché accerti eventuali responsabilità contabili e amministrative connesse al mancato utilizzo dello stabile negli ultimi tre anni" conclude il Sicet.  Per la ristrutturazione dei 157 appartamenti dello stabile sono stati necessari 22 anni e oltre 27 milioni di euro. I lavori si sono conclusi tre anni fa e gli impianti rischiano di ammalorarsi a causa del mancato utilizzo. Secondo il Sicet a Milano gli sfratti in esecuzione sono oltre 10mila e 2mila le famiglie in graduatoria di emergenza.

 

Asa

 

R CRO S42 QBXH

 

COMUNI: MILANO; TAR ACCOGLIE SOSPENSIVA VENDITA P.LE DATEO

 

(ANSA) - MILANO, 1 MAR - Il Tar della Lombardia ha accolto il  ricorso presentato da alcuni sindacati degli inquilini che  chiedeva la sospensiva sulla vendita dell'immobile di piazzale  Dateo. Lo comunicano i rappresentanti legali dei ricorrenti. ''Anche se non conosciamo ancora il testo - spiega l'avv.  Riccardo Maia dello studio Angiolini - sappiamo che l'assunto centrale dell'ordinanza di sospensiva e' che quello e' uno stabile vincolato ad edilizia residenziale pubblica''. L'udienza di merito sulla vendita dell'immobile di piazzale  Dateo dovrebbe tenersi presumibilmente prima dell'estate. L'apertura delle buste con le offerte per  l'acquisto dello stabile era prevista per mercoledi' 15 marzo.(ANSA).

 

     Y1N-EM/KO

01-MAR-06 17:16 NNNN

R CRO S42 QBXH

 

COMUNI: MILANO; DE CORATO, P.LE DATEO? 500 ALLOGGI IN MENO

 

(ANSA) - MILANO, 1 MAR - ''Centocinquantasette alloggi  invenduti e quasi cinquecento appartamenti di edilizia popolare  da acquistare e ristrutturare per assegnarli in tempi brevi a  nuclei familiari con anziani e disabili, bloccati dal sindacato  degli inquilini: questo il risultato della battaglia che i  sindacati hanno fatto davanti al Tar e che e' stata avallata dal  centrosinistra nell'aula consiliare di Palazzo Marino''. Cosi'  il vice sindaco Riccardo De Corato commenta l'accoglimento del  Tar del ricorso presentato da alcune sigle sindacali degli  inquilini contro la vendita da parte del Comune dell'immobile di  piazzale Dateo. ''Non si conosce - continua De Corato - ancora il dispositivo  della sentenza perche' l'ordinanza non e' ancora stata notificata, ma l'unica cosa certa e' che il 15 marzo avremmo dovuto vendere 157 appartamenti dell'immobile di piazzale Dateo e con il ricavato acquistarne 73 di Edilizia residenziale pubblica, ristrutturarne 304 e costruirne 115. I sindacati hanno invece bloccato questa importante operazione impedendo di assegnare questi 500 alloggi a sfrattati con anziani e disabili ''. ''Se la motivazione - conclude il vice sindaco di Milano -  fosse quella sostenuta dagli avvocati del sindacato e cioe' che  lo stabile di piazzale Dateo e' vincolato ad edilizia residenziale pubblica, sarebbe fondata su presupposti non corretti poiche' gli alloggi che andiamo a ristrutturare, ad

acquistare o a costruire sono tutti appartamenti di edilizia residenziale pubblica''. (ANSA).

 

     Y1N-BRA/KO

01-MAR-06 20:03 NNNN

 


Top

Indice Comunicati

Home Page