Back

Indice Comunicati

Home Page

All’Unione Inquilini Nazionale

All’Unione Inquilini Nazionale

SITO

 

Sulle considerazioni di Vincenzo sul voto in occasione del decreto sugli sfratti.

 

Nel ringraziare il compagno Pietro Folena e tutti i parlamentari dell’Unione che hanno votato a favore degli emendamenti sul decreto sugli sfratti del governo., vorrei contribuire con alcune considerazioni all’analisi del testo e conseguentemente del voto.

Sul primo emendamento che riguarda la requisizione delle case delle grandi proprietà: è formulato in forma non esatta ma sostanzialmente condivisibile.

( Non ritengo possibile stabilire deroghe all’applicazione del canone concordato: bisogna a mio avviso riferirsi all’applicazione degli accordi comunali tra le parti sociali del settore e i comuni, così come sono stati scritti, non era necessario inserire la parola esclusivamente lasciando qualche discrezionalità ai sindaci in base alla situazione locale).

Il risultato 110 + 21 = 131 contro 222 non è male, calcolando la “radicalità della richiesta”

 

Sul secondo e terzo quesito sulle grandi proprietà, ritengo come già affermato nei nostri incontri i miei forti dubbi (e temo fondati) sospetti di anticostituzionalità, non essendo possibile vincolare l’uso di bene privato, a meno di improrogabili e limitata necessità per pubblica utilità e comunque per un tempo predeterminato.

 

Sull’ultimo emendamento solo canone concordato il dato è di assoluto interesse. Se il numero dei SI è deludente (solo 27 a favore sul totale di 360) è molto alto il numero degli incerti, che fa presupporre una disponibilità a ragionare sulla possibilità quanto meno a limitare il libero mercato, per esempio alle case con un valore catastale (rivalutato) uguale o superiore a euro 400.000, con conseguente notevole aggravio fiscale crescente. Si tratterebbe di ragionare come si sta facendo su altri tipi di reddito (Bot, Cct, e altro).

 

Faggi Daria – Unione Inquilini Livorno

 

10 MARZO 2006


Top

Indice Comunicati

Home Page