Back

Indice Comunicati

Home Page

GERMANIA: DRESDA VENDE TUTTE LE SUE CASE AGLI AMERICANI IN QUESTO MODO CANCELLA TUTTI I DEBITI, MA FUTURO E' INCERTO

GERMANIA: DRESDA VENDE TUTTE LE SUE CASE AGLI AMERICANI IN QUESTO MODO CANCELLA TUTTI I DEBITI, MA FUTURO E' INCERTO

 

BERLINO, 10 MAR - Il consiglio comunale di Dresda, la città d'arte della ex Germania comunista che spesso ama chiamarsi la Firenze sull'Elba, ha venduto l'intero patrimonio immobiliare abitativo di 48 mila appartamenti alla società di  investimenti americana Fortress. L'offerta degli americani per 982 milioni di euro ha battuto tutti gli altri concorrenti, tra i quali anche il miliardario e filantropo americano-ungherese George Soros. In più gli  americani si sono assunti tutti gli impegni che aveva finora la  Woba, la società che amministrava le case del comune di Dresda. Il sindaco di Dresda, il liberale Ingolf Rossberg (Fdp), grazie al via libera espresso ieri dal consiglio comunale ha subito firmato oggi il contratto con gli americani. L'ultima  parola in proposito spetta ora al governo regionale ed alle autorità antimonopolio, ma non ci dovrebbero essere problemi. Non solo liberiamo Dresda in un colpo solo di tutti i suoi  debiti - ha detto Rossberg oggi ai giornalisti - ma anzi possiamo riempire la nostra cassa di riserva, per le situazioni  di emergenza. Soprattutto per l'assistenza ai bambini, negli asili e nelle scuole. Dresda aveva finora debiti per 741,4 milioni di euro, pagate le quali resterà un utile di 241 milioni di euro. La vendita dei gioielli di famiglia, come viene definita l'operazione di Dresda da quelli che non sono d'accordo, a Berlino nei prossimi tempi non e' probabile, si e' affrettato ad assicurare Thilo Sarrazin (Spd), il ministro delle Finanze nel governo regionale berlinese (la capitale, come Amburgo e Brema, ha lo status di città - regione). La vendita totale delle 280mila abitazioni di proprietà regionale a Berlino nei prossimi tempi  non sarà necessaria, ha assicurato Sarrazin. La cancellazione dei debiti per Dresda comporterà anche 70 milioni di euro in più tra interessi e ammortamenti che non  dovranno più essere pagati. L'anno scorso gli affitti e tutti gli altri utili raccolti dalla Woba (la società di gestione  comunale) hanno raggiunto 9,6 milioni di euro. Risparmieremo 60 milioni di euro all'anno'' ha sottolineato Hartmut Vorjohann, amministratore regionale, che deve comunque fare i conti con un  risanamento delle finanze cittadine ancora lontano dall'essere completo. La società americana Fortress, che investe a lungo termine capitali di gruppi pensionistici ed assicurativi, ha preso una  serie di impegni anche in termini di tempo. Inizialmente, hanno promesso gli americani nell'ambito delle trattative, non ci  saranno forti aumenti degli affitti per gli attuali inquilini. Il rischio di questa operazione, sostengono i critici, e' - alla lunga - l'impossibilita' per gli amministratori civici di  rinunciare a fare debiti, mentre il patrimonio immobiliare può essere venduto una sola volta. La società americana investe in Europa i capitali di cittadini americani, che alla fine vogliono vedere una rendita solida, non il due o tre per cento che otterrebbero anche con un libretto di risparmio. In molti si chiedono anche cosa succederà quando gli aumenti cominceranno a provocare i primi sfratti, e chi aiuterà gli  inquilini delle case popolari di Dresda, ancora alle prese con le conseguenze della riunificazione tedesca e della scomparsa della Germania comunista.

pensate per i cantieri e le produzioni seriali e non solo per le sperimentazioni.


Top

Indice Comunicati

Home Page