Back

Indice Comunicati

Home Page

Untitled Document 21.03.06. A Firenze si sfratta - resoconto dei fatti in data odierna. Resistenza e protezione, obiettivi raggiunti.


21.03.06. A Firenze, Via Baracca 145
. Un mese fa abbiamo presidiato l'alloggio, per il primo accesso, manifestato mercoledì scorso sotto un assessorato indegno, incontrato in una riunione plenaria tutti i capi gruppo del Consiglio Comunale ed infine questo sabato anche il Questore. Oggi la questione va nello stesso Consiglio Comunale. Domattina una famiglia, lui, un operaio infortunato, lei disoccupata e con una bimba di poco più di due anni, impossibilitati a pagare l'affitto di 750 euro, verranno sgomberati con la forza pubblica. L'indegnità è il muro di gomma degli assessori, l'inavvicibilità di un sindaco, presidente dell'ANCI, che rimanda ogni responsabilità al Governo e non ammette che egli ha comunque l'obbligo di soccorso. Un sindaco che se ne infischia anche del programma dell'Unione, di quel passaggio da casa a casa per gli sfrattati che finalmente (almeno questo!) è diventato un suo obbiettivo. Non sappiamo che cosa succede in queste ore, se ci sono pressioni, azioni di convincimento, un sussulto di umanità. Quello che finora è emerso è una linea paradossale, che aumenta l'emarginazione: a mamma e bambina un "ricovero" in una struttura protetta, al babbo, bisognoso di cure, un ricovero all'Albergo Popolare, che, pur ristrutturato, ha tutto il segno delle situazioni al limite, di chi vaga per la strada, di chi viene raccolto quando è arrivato all'ultimo girone.
Domattina, andremo a questo sfratto e si vedrà. Sta girando un appello alla solidarietà. Stiamo discutendo se ancora resistere o se non sia il caso di trasferirci tutti nell'androne di qualche assessorato e lì chiedere (rivendicare!) che ci si comporti con giustizia.

21.03.06. Resoconto dei fatti. I presidi anti sfratto hanno funzionato, così la pressione degli scorsi giorni. Finalmente l'Amministrazione comunale di è mossa. La famiglia di Via Baracca 145 (tutta intera!) si è trasferita stamattina in una struttura decente (Istituto Fuligno) un minialloggio attrezzato. In Via V. Emanuele non si è prese ntata la "forza pubblica". La vertenza prosegue.L'Unione Inquilini è decisa a ricostruire una "commissione emergenza" (il Questore concorda): ne parleremo subito con il Prefetto. A livello politico esigiamo l'immediata applicazione di quella parte del programma dell'Unione che assicura il passaggio da casa a casa degli sfrattati. Questo soprattutto nei Comuni e sono la stragrande maggioranza governati dal Centro Sinistra.


Top

Indice Comunicati

Home Page