Back

Indice Comunicati

Home Page

Il peso reale dell’affitto sul cosiddetto paniere

Il peso reale dell’affitto sul cosiddetto paniere.

 

Da  http://www.istat.it/prezzi/precon/aproposito/FAO.html

domande e risposte sugli indici dei prezzi al consumo

 

Editoriale dell’Ufficio Consulenza

dell’Unione Inquilini di Firenze

 

Questa sera siamo arrivati al sito dell’Istat per estrapolare gli indici su cui si effettuano gli aumenti periodici dei canoni locazione e ricostruire la situazione legale di un nostro associato.  Dopo quest’operazione ci siamo collegati ad una pagina d’informazioni che l’Istat ha predisposto per gli utenti nella quale erano sintetizzati i quesiti ricorrenti.

 

Domanda N° 13:

Perché per alcune voci, come gli affitti e l’assicurazione auto, si ha l’impressione che l’incidenza effettiva sui bilanci famigliari sia più alta del peso attribuito loro nel paniere?

Gli affitti pesano sul paniere per il 2,6% poiché soltanto il 18,5% delle famiglie vive in un’abitazione in affitto. L’indice generale, che considera l’Italia come un’unica famiglia, viene ovviamente condizionato da questo fenomeno: in pratica, una spesa sostenuta da meno del 20% della famiglia-Italia viene ripartita sull’intera popolazione.

 

Siamo sobbalzati, non perché non ci fossimo già resi conto di questa asimmetria, ma per il “candore” della risposta. Quel  “ovviamente” per descrivere il “fenomeno” e quel chiamarci parte della “famiglia-Italia”  ci sembrava una presa in giro. Ma la sostanza c’era e ci ha indotto a riflettere sui dati e sul loro effettivo significato.

Intanto andava precisato che il peso dell’affitto sul paniere della spesa per quel 18,5% delle famiglie era del 14,3% ma saliva al 18,3% se ci riferiva alle famiglie in affitto sul mercato privato e s’impennava al 40% per le famiglie in affitto nelle aree metropolitane. In questo senso la struttura del paniere era di una macroscopica iniquità se si pensa che su quei dati veniva dedotto l’incremento del costo della vita e il tasso di inflazione programmato con cui affrontare i confronti sui rinnovi contrattuali e operare dei microscopici aggiustamenti delle pensioni.

Se dalla soppressione della scala mobile tutti erano penalizzati si immagini quale era ed è la condizione dei cosiddetti conduttori!  Oltre l’affitto nessuna componente del cosiddetto paniere colpisce in  modo traumatico solo una parte della popolazione. Nessuna.

 

Abbiamo ragionato su altro ancora, ad esempio sull’effetto differenziato dei modesti aumenti contrattuali, sul bisogno di ben altro sostegno al reddito, sulla stessa frattura tra le diverse condizioni dei lavoratori; sulla necessità di non nascondere un’amara verità.

 

Merita discuterne a fondo.

 

unione.inquilini.fi@agora.it

 


Top

Indice Comunicati

Home Page