Back

Indice Comunicati

Home Page

Ancora sull’incontro tra Prodi e i sindaci di Roma, Torino e Napoli per i quali l’emergenza più acuta sono le grandi opere

Ancora sull’incontro tra Prodi e i sindaci di Roma, Torino e Napoli per i quali l’emergenza più acuta sono le grandi opere.

 

Dichiarazione di Vincenzo Simoni, segretario nazionale dell’Unione Inquilini

 

Roma, 19 aprile 2006.

 

A caldo abbiamo deprecato la rimozione nell’incontro tra i sindaci e Prodi della gravissima situazione degli sfrattati, dei senza casa e dei depredati dai canoni.

Da una lettura per parti del comunicato sull’incontro  emerge il nocciolo duro delle richieste dei sindaci. E’ contenuto nel punto 2 (condiviso da Prodi) con l’impegno condiviso di “consentire la spesa dei fondi stanziati dallo Stato in conto capitale per il finanziamento delle grandi opere infrastrutturali urbane”.

Poi viene anche il resto, da impostare, da discutere e dosare.

 

Chi ha affrontato negli scorsi anni e mesi la questione delle grandi opere sa che si tratta di operazioni pesanti, carissime, molto laceranti sul piano ambientale, sia che si tratti di enormi scavi per passanti ferroviari sotterranei (traumatico quello previsto a Firenze che per velocizzare ulteriormente la TAV by-passa la stazione di S. M.Novella), o di catene di parcheggi sotterranei che attraggono altro traffico a caro prezzo e con una precisa scelta di classe, o di trasferimenti di funzioni pubbliche dai centri storici in aree periferiche, e via dicendo.

 

E’ bene leggere per tempo quello che si muove. E sbagliano altri, vicini a noi, se non capiscono che tutto procede appunto ad “alta velocità”!

 

 

 

Vincenzo Simoni

Segretario Nazionale

Unione Inquilini

 


Top

Indice Comunicati

Home Page