Back

Indice Comunicati

Home Page

UNIONE INQUILINI
Segreteria Nazionale
Roma,Via Cavour 101, Tel. 06/4745711 - fax 06/4882374
e-mail: unioneinquilini@virgilio.it – www. unioneinquilini.it

 

                                                                                                         

 

COMUNICATO STAMPA

 

CASA: “ DALL’INCHIESTA DEL “SOLE 24 ORE” UNA ULTERIORE SPINTA AL GOVERNO AD INTERVENIRE NEL COMPARTO DELLE LOCAZIONI CON RIFORME IMMEDIATE E RADICALI A PARTIRE DALLA ABOLIZIONE DEL LIBERO MERCATO DALLA LEGGE 431/98” DICHIARAZIONE DI MASSIMO PASQUINI DELLA SEGRETERIA NAZIONALE DELL’UNIONE INQUILINI.

 

Con riferimento all’inchiesta pubblicata oggi, 8 maggio 2006, dal “Sole 24 Ore” relativa alla insostenibilità raggiunta dagli affitti, Massimo Pasquini della Segreteria Nazionale dell’Unione Inquilini ha dichiarato:

“ L’inchiesta pubblicata oggi dal “Sole 24 Ore” sottolinea ancora una volta la necessità per il prossimo Governo Prodi di intervenire immediatamente con riforme radicali. Gli aumenti delle locazioni che si sono abbattuti sulle famiglie italiane sono quelli denunciati dall’importante giornale economico ma quei dati, per renderli ancora più cogenti, vanno integrati con i dati relativi agli sfratti per morosità. Infatti questa tipologia di sfratti, dal 1998, è la principale motivazione di sfratto. Non a caso gli sfratti per morosità sono, da anni, ormai il 70% delle motivazioni alla base delle sentenze. Inoltre a leggere i dati del Ministero dell’Interno gli sfratti per morosità non sono una piaga delle sole grandi aree urbane. Appare evidente, e l’inchiesta pubblicata oggi, ci dà la possibilità la necessità di chiedere al prossimo Governo e all’attuale maggioranza parlamentare di intervenire con un ventaglio di iniziative non più procrastinabili. L’Unione Inquilini ritiene necessario partire dalla abolizione del canale del libero mercato dalla legge 431/98 che ha prodotto l’attuale situazione, ma questo non basta se non collegato ad altre iniziative quali: 1) il blocco immediato degli sfratti e non solo quelli per famiglie in estremo disagio, permettendo l’esecuzione di quegli sfratti per i quali è garantito il passaggio da casa a casa e di quelli per effettiva e provata necessità da parte del proprietario; 2) una forte penalizzazione fiscale per coloro che lasciano sfitti gli immobili o che affitta a nero, partendo dalla abolizione della detrazione forfettaria prevista per coloro che hanno stipulato contratti a libero mercato; 3) l’avvio di concerto con Comuni, Regioni e Sindacati Inquilini di un piano nazionale per il recupero, l’acquisto o la costruzione di almeno 500.000 case popolari. L’intervento sulle locazioni deve diventare prioritario per il Governo Prodi per sottolineare un vero tratto di discontinuità con l’ex governo Berlusconi che è responsabile dell’aggravamento dell’emergenza abitativa in Itali, avendo perseguito politiche selvagge di privatizzazioni dei patrimoni pubblici attraverso le cartolarizzazioni e di liberalizzazione degli affitti a tutto vantaggio della rendita immobiliare e della speculazione edilizia. Attendiamo dal Governo Prodi e dalla maggioranza dell’Unione risposte chiare e atti concreti.”

 

 

Roma 8 maggio 2006

 

 

Info 347/546 55 66


Top

Indice Comunicati

Home Page