Back

Indice Comunicati

Home Page

 
COMITATI DEI CITTADINI - FIRENZE
 
Regione e Provincia a Castello:

becchi e bastonati !

 

 

        Dopo che Regione e Provincia erano andati in soccorso di Salvatore Ligresti per avviare l’edificazione di Castello trasferendo lì i propri uffici, il ”re dell’edilizia”, ricambiando da vero signore il favore ricevuto, pretende ora di vendere al valore attuale (cioè successivo alla dichiarazione di Regione, Provincia e Comune) i 68.000 mq. necessari per l’operazione della Regione.

        “Ma comedicono in Regionesiamo noi, con la nostra decisione di realizzare proprio a Castello i nuovi palazzi pubblici, ad aver fatto lievitare il costo dei terreni, che altrimenti rischiavano di essere urbanisticamente isolati”, e ora ci tratti in questo modo?

        Il fatto è che non si può pretendere di trasformare uno speculatore immobiliare in un filantropo: una volta accettato di mettersi nelle sue mani, lui non andrà tanto per il sottile. Intanto pretende di costruirli lui quegli uffici, scavalcando ogni procedura di appalto per le opere pubbliche. Insomma “Vae victis!”

 

        La Regione parla di esproprio, ma ciò significa comunque un notevole esborso per la collettività e secondo la legge sempre a prezzo attuale di mercato. Inoltre l’operazione finanziaria, che rischia di tradursi in catastrofe economica, comporterà notevoli conseguenze urbanistiche su tutta la città a causa del trasferimento degli uffici con effetti imprevedibili per la collettività.

        Come se ciò non bastasse la Provincia, che vorrebbe acquistare 65.000 mq., per accelerare l’operazione, realizzerà i suoi uffici con il criticabile sistema della finanza di progetto, già incautamente sperimentata a Firenze.

        Viene auspicato un accordo bonario con il proprietario, ma a quale prezzo per la città? Saranno alienate proprietà pubbliche a favore di Ligresti, l’ingrato, che potrà così estendere e radicare la sua discutibile presenza a Firenze? La città, i suoi abitanti, coloro che la vivono, hanno realmente bisogno di queste operazioni immobiliari e finanziarie, dalla incerta gestione e dai prevedibili esiti calamitosi?


Top

Indice Comunicati

Home Page