Back

Indice Comunicati

Home Page

Il presidente della Camera riceve una delegazione della Cub

 

Il presidente della Camera riceve una delegazione della Cub.

 

 

Questa mattina a Montecitorio il presidente della Camera Fausto Bertinotti ha ricevuto una delegazione della Confederazione Unitaria di Base composta dai coordinatori nazionali Piergiorgio Tiboni e Umberto Fascetti.

 

Nel corso dell’incontro i rappresentanti della Cub hanno illustrato al presidente della Camera le proposte della confederazione per una politica economica di rottura con le politiche liberiste, la nuova politica economica deve essere basata per ragioni di equita sociale e di rilancio dell’economia sulla ridistribuzione del reddito a favore di lavoratori, pensionati e precari e per diritti per tutti/e.

 

Nel merito è stato ricordato Cub rivendica:

·        aumenti salariali di almeno 250 euro mensili e l’introduzione di un meccanismo di adeguamento automatico delle retribuzioni all’aumento del costo della vita e per le pensioni il collegamento alla dinamica delle retribuzioni.

·        l’abolizione del pacchetto Treu e della legge 30 e la centralità del rapporto di lavoro a tempo indeterminato trasformando gradualmente i rapporti di lavoro precari in essere in rapporti di lavoro dipendente, considerando lavoratori autonomi solo i veri professionisti o imprenditori.

·        l’integrazione al reddito per precari, cassaintegrati, lavoratori in mobilità, disoccupati e pensionati sociali o al minimo.

·        la cancellazione della norma sul” silenzio assenso “, un vero e proprio scippo, per il trasferimento del tfr ai fondi pensione, una unica aliquota di tassazione del tfr indipendentemente dal suo utilizzo

·        il rilancio del sistema previdenziale pubblico per il suo carattere di universalità.

 

Cub ha inoltre segnalato al presidente della Camera la discriminazione in atto da parte della presidenza del Consiglio dei Ministri che la esclude dalla partecipazione agli incontri con la parti sociali perpetuando le scelte del governo Berlusconi.

 

Milano 28 luglio 06

 


Top

Indice Comunicati

Home Page