Back

Indice Comunicati

Home Page

UNIONE INQUILINI

UNIONE INQUILINI

Segreteria di Roma e del Lazio

Via Cavour 101 – 00184 Roma

Tel. 06 4745711 – fax 06 4882374

Sito internet www.unioneinquilini.it e mail unioneinquilini@virgilio.it

 

COMUNICATO STAMPA

 

SFRATTI: “L’UNIONE INQUILINI DI ROMA E DEL LAZIO DIFFONDE I DATI RELATIVI AGLI SFRATTI DEL PRIMO SEMESTRE 2005 IN RAPPORTO AGLI SFRATTI PRIMO SEMESTRE 2004” NOTA DELLA SEGRETERIA DI ROMA E DEL LAZIO  DELL’ UNIONE INQUILINI.

 

L’Unione Inquilini diffonde una prima elaborazione dei dati ufficiali del Ministero dell’Interno appena forniti,  relativi al primo semestre 2005 in rapporto ai dati del primo semestre 2004. Ancora una volta gli sfratti per morosità consolidano un triste primato del nostro Paese e si accorcia la forbice tra sfratti richiesti e sfratti eseguiti, ma ecco i primi dati:

A livello Nazionale questa è la situazione

Sentenze di sfratto emesse nel primo semestre 2005: 22.814 (-8,15% rispetto al primo semestre 2004). Il 56% delle sentenze sono state emesse nei comuni capoluoghi

Di queste 436 per necessità; 5760 per finita locazione e 16.618 per morosità.

Sempre nel primo semestre 2005 le richieste di esecuzione sono state 56.536 (+ 28,6% rispetto all’analogo periodo del 2004.

Gli sfratti eseguiti con forza pubblica sono stati 14.106 (+ 28,6% rispetto al 2004).

Da questi dati sono esclusi i comuni di Venezia, Rieti, Bari, Catanzaro, Siracusa che non hanno fornito dati, mentre sono incompleti i dati di Ancona e Avellino.

I dati  relativi al Lazio relativi al primo semestre 2005 tenendo conto che sono per difetto mancando completamente i dati relativi a Rieti  sono i seguenti

Regione           sentenze emesse       esecuzioni richieste                              sfratti eseguiti

 

Lazio                                                  6762 (-5,8%)                                      1753 (+ 4,7%)

 

Province del Lazio e confronti percentuali con il primo semestre 2004

 

Comune             sentenze emesse       necessità                fine locazione               morosità

 

Rieti                    dati non disponibili

 

Viterbo               43 (+43,3%)                 5                              2                                   36

 

Latina                 164 (-19,6%)                3                             27                                  134

 

Frosinone              55 (-39,6%)              21                             11                                   23

 

Roma                  3206 (-5,1%)                 0                         1309                                1897

 

 

I dati sempre relativi al primo semestre 2005 con le variazioni rispetto all’analogo periodo del 2004 relativi alle province del Lazio riguardanti gli sfratti richiesti e quelli eseguiti con forza pubblica sempre nel primo semestre del 2005 sono i seguenti:

Città                    sfratti richiesti                   sfratti eseguiti

Roma                    6058 (-6%)                        1523 (+7,9%)

Rieti            dati  non disponibili

Latina                   432 (-18.9%)                               117 (-36%)

Frosinone               66  (- 7% )                                   44 (+15.8%)

Viterbo                  206 (+116%)                                69  (+ 86,5%)

 

Questi dati evidenziano anche a Roma e nel Lazio che a fronte di una diminuzione delle sentenze e delle richieste delle esecuzioni presentate dall’Ufficiale Giudiziario aumentano in maniera allarmante gli sfratti eseguiti che iniziano a riguardare anziani e portatori di handicap, resta ancora più preoccupante il fatto che ormai quasi l’80% delle sentenze di sfratto sono per morosità. Noi riteniamo che si debba procedere da subito ad un blocco degli sfratti da collegarsi ad un piano nazionale per la costruzione, il recupero o acquisto di almeno un milione di alloggi di edilizia sovvenzionata e agevolata destinati esclusivamente all’affitto. Così come è ormai improcrastinabile l’abolizione del libero mercato del canale a libero mercato dalla legge 431/98 che è responsabile degli sfratti per morosità. Ma anche al Comune di Roma e alla Regione Lazio chiediamo azioni più incisive che non le deleterie politiche di vendite di alloggi delle casa popolari, non è questo il momento, ora e da subito deve essere messo in atto quanto previsto dalla delibera 110 del 2005 che in             quasi un anno e mezzo non ha prodotto nulla, ci attendiamo dalla Regione Lazio che sospenda tutte le azioni di sostegno all’acquisto che servono solo per sostenere un mercato impazzito e insostenibili e che si proceda a sostenere programmi di costruzione, recupero e acquisto di alloggi da destinare all’affitto a canone sociale, concordato o solidale. Ci attendiamo dal Governo, dalla Regione e dal Comune di Roma, entro i primi di settembre,  risposte chiare e concrete altrimenti tutto il mese di settembre sarà percorso da manifestazioni in tutte le città d’Italia e del Lazio.

 

Per contatti e/o informazioni: 320 422 82 52

 

 


Top

Indice Comunicati

Home Page