Back

Indice Comunicati

Home Page

 
17.09.06. Livorno Unione Inquilini. Nota informativa di uno sfratto eseguito a Livorno, e la trattativa dell'Unione Inquilini con l'Associazione Il Villaggio locatrice dell'aggio sgombrato.

PER INFORMAZIONE

 

A tutti coloro che a Livorno sono impegnati a sostenere il diritto alla casa

 

 

La famiglia Assan, dopo l’esecuzione forzata dalla abitazione di Via Tonci, effettuata dall’Associazione Il Villaggio con forza pubblica, nonostante la richiesta di rinvio da parte dell’Ufficio  Casa, settore emergenza abitativa, è attualmente ospite negli uffici dell’Unione Inquilini e nei locali del Centro Sociale Godzilla. A seguito di un’assemblea Unione Inquilini - Precaut, è stato deciso di inviare con l’assenso della famiglia una proposta scritta che qui sotto trascriviamo:

 

 

 

Livorno 13 settembre 2006.

Spett. Associazione Il Villaggio

Via Paoli, 71

57125 Livorno

email: valentinailvillaggio@virgilio.it

 

 

Oggetto: famiglia OUHDIF ASSAN.

 

         Riguardo alla drammatica situazione abitativa della famiglia OUHDIF HASSAN sfrattata giovedì dall’abitazione di Via Tonci, situazione più volte analizzata dalla Commissione Emergenza Abitativa del Comune di Livorno per individuare una soluzione abitativa alternativa.

         La Commissione si è attivata per rinviare l’esecuzione dello sfratto nel corso di tutto l’anno 2006, infatti  lunedì 4 settembre aveva reiterato la richiesta di rinvio in vista di una possibile soluzione legata al Centro di Raccolta Cammilli e alle nuove assegnazioni casa, che dovrebbero liberare alloggi  idonei entro la fine dell’2006.

         Si fa presente che la famiglia era stata rassicurata dall’Ufficio Casa, e non si aspettava l’esecuzione, trovandosi del tutto impreparata di fronte allo sfratto: non ha attualmente neppure il cambio della biancheria, né i libri della scuola dell’obbligo per i figli minori.

         L’Unione Inquilini chiede all’associazione Il Villaggio di ricoverare temporaneamente la famiglia, attualmente precariamente ospite nei locali di Via Pieroni, presso l’abitazione in Via Tonci.

         L’Unione Inquilini si impegna a potenziare verso l’Ufficio Casa la propria iniziativa affinché il caso della famiglia sia risolto al più presto.

         La famiglia si impegna a corrispondere 300 euro al mese, come parziale indennizzo per l’occupazione dell’alloggio di Via Tonci.

 

         Auspicando un accoglimento della nostra proposta vi salutiamo fraternamente.

 

 

p. l’Unione Inquilini e per la famiglia OUHDIF HASSAN

Daria Faggi

Il Villaggio ha respinto la proposta e ce l’ha comunicato verbalmente, a seguito di nostre richieste di chiarimento attraverso colloqui telefonici molteplici abbiamo ricevuto dall’Associazione Il Villaggio una risposta scritta attraverso un messaggio cellulare che di seguito trascriviamo:

 

Dal Villaggio a Daria Faggi:

 

“ forse non ci siamo capiti. Ribadisco tua garanzia anche su debito pregresso (euro 12000), mi occorre copia documento tuo e codice fiscale per fidejussione di euro 12000 e proposta scritta per modalità pagamento, se no non se ne fa di niente”.

 

Cioè la famiglia non rientra in via Tonci neanche per due mesi  in attesa di nuova sistemazione, pur essendo disposta a versare a titolo di indennità di occupazione 300 EURO e con l’aiuto della solidarietà dell’Unione del centro sociale Godzilla garantisce la copertura pari all’intero affitto.

Nemmeno l’offerta a garanzia dell’auto di proprietà della famiglia, ha modificato l’atteggiamento intransigente quanto contraddittorio dell’Associazione Il Villaggio.

Il risultato è una famiglia con tre minori per strada senza neppure i libri della scuola dell’obbligo, e il deficit dell’associazione che continua a crescere, perché il Villaggio continua a corrispondere alla proprietà dell’alloggio fatiscente sgombrato delle persone e non delle cose, l’affitto di 550 euro al mese.

 

 

Daria Faggi

Livorno 17 settembre 2006


Top

Indice Comunicati

Home Page