Back

Indice Comunicati

Home Page

COMITATO INQUILINI

UNIONE INQUILINI

Segreteria di Roma e del Lazio

Via Cavour 101 – 00184 Roma

Tel. 06/4745711 – fax 06/4882374

Sito internet: www.unioneinquilini.it

e mail: unioneinquilini@virgilio.it

 

 

Roma 19 settembre 2006

COMUNICATO STAMPA

 

CASA/SFRATTI/ROMA: “SCATENATI I PROPRIETARI, MATTINATA DIFFICILE A ROMA CON SFRATTI A RIPETIZIONE, SVENTATO CON UN ARTIFIZIO LO SFRATTO DI UNA ANZIANA 81 ANNI CON MIELOMA MULTIPLO” NOTA DELLA SEGRETERIA DELL’UNIONE INQUILINI DI ROMA

 

In merito all’ondata di richiesta di sfratti che da alcuni giorni a questa parte e in particolare questa mattina sta interessando la città di Roma, la Segreteria Romana dell’Unione Inquilini ha rilasciato la seguente nota: “ Da alcuni giorni assistiamo ad una recrudescenza delle richieste di sfratti forzosi da parte dei proprietari, in grandissima parte senza alcuna motivazione di necessità. Questa mattina addirittura è stato sventato in extremis lo sfratto della signora Fiorini, anni 81,  abitante in via del Glorioso malata di mieloma multiplo. Appare evidente che la circolare del Ministro Amato, con la quale si sospendeva l’esecuzione degli sfratti non concedendo la forza pubblica per il periodo estivo, non ha più alcuna efficacia. Eppure ci sconvolge moralmente che per uno sfratto di una anziana di 81 anni malata assai gravemente si siano scomodati questa mattina, e senza alcun picchetto intervenuto a contrastare l’esecuzione, fossero intervenuti ben 15 poliziotti e carabinieri, una autoambulanza etc. E’ andata bene, ma non va bene. Il Governo deve fermare questa spirale perversa. L’impegno assunto dal Governo è di emanare una proroga il prossimo 22 settembre nel consiglio dei ministri convocato per quella data, ci vogliamo augurare che da nessuna parte vengano interventi dilatori che sarebbero inaccettabili moralmente, socialmente e politicamente.  

Non è da Paese civile, né da Paese componente del G/8, pensare di sfrattare ottantenni malati di tumore senza garantire loro il passaggio da casa a casa. L’Unione Inquilini chiede al Governo di uscire dalla logica emergenziale e di avviare e sostenere programmi strutturali in materia di alloggi. Al Comune di Roma chiediamo di uscire dalle secche nelle quale si è impantanato nella non applicazione dei programmi previsti dalla delibera 110 mentre grande sostegno viene dato alle dismissioni che non sono da noi, in tale contesto, considerate una priorità. A tal proposito rivolgiamo due domande al Sindaco e all’Assessore Minelli: 1) che fine hanno fatto i 7500 appartamenti che dovevano venire dai cambi di destinazione d’uso? 2) quando si cominceranno ad utilizzare i proventi delle vendite delle case del patrimonio nel centro storico e le risorse messe a disposizione dalla Regione e dal Governo per ampliare, e non diminuire, l’offerta di alloggi sociali nella città di Roma ?

Ci auguriamo risposte concrete ed immediate. Intanto l’Unione Inquilini di Roma rispondendo alla richiesta della Segreteria Nazionale dell’Unione Inquilini parteciperà al presidio previsto il prossimo 22 settembre davanti a Palazzo Chigi, in occasione del Consiglio dei Ministri che dovrebbe approvare il decreto legge predisposto dal Ministro Ferrero ormai dai primi di agosto.

 

 

Visita il sito www.unioneinquilini.it – l’unico sito che ti mette in contatto con il diritto alla casa nel mondo.

 

Info e contatti: 329 6210216


Top

Indice Comunicati

Home Page