Back

Indice Comunicati

Home Page

Il prezzo da pagare per vivere a Pechino

Il prezzo da pagare per vivere a Pechino*

 

"Vivere a Pechino non è facile" sospira Apeng. Laureatosi tre anni fa alla Facoltà di Economia e Commercio estero dell'Università Pechino, Apeng lavora oggi per un organo di informazione specializzato in economia e finanza. Il suo stipendio mensile ammonta a 5.000 yuan. Di questi, poco meno di un quinto (1.200 yuan) serve a pagare l’affitto del suo alloggio di 40 m² a ovest della 5ª tangenziale.

 

 

"Anche se sono molto parsimonioso, le spese della vita quotidiana ammontano almeno a 3.000 yuan: 600 yuan per il cibo, 300 per le bollette, 600 per i trasporti e 1.000 yuan per l’abbigliamento e i divertimenti. La maggior parte del mio stipendio serve a pagare l’affitto. Una volta affrontate tutte le spese, mi restano meno di 1.000 yuan al mese" spiega. Apeng ha una sola ambizione: guadagnare di più per potersi comprare, in futuro, un appartamento. Per ora è un progetto a tempo indeterminato. Così come il matrimonio.

 

Rispetto a Apeng, Xiaoli è ancora più sotto pressione. Sposata, lavora da 5 anni ed ha appena comprato un'abitazione la cui costruzione non è ancora terminata. Xiaoli ha, quindi, un affitto da pagare e il mutuo ogni mese.  Dei 7-8000 yuan a cui ammonta il reddito della famiglia, 1.500 yuan sono destinati  all’affitto, 2.200 yuan al mutuo, 1500 yuan al cibo, 800 ai trasporti, 1000 yuan alle bollette e ad altre spese. "Ogni mese, mio marito ed io spendiamo praticamente tutto lo stipendio. E non possiamo certo permetterci di fare follie" afferma Xiaoli con un sorriso amareggiato.

Per risparmiare, Xiaoli viaggia perlopiù in autobus e in metropolitana. Raramente in taxi, e solo in caso di necessità. Compra la verdura al mercato e cucina a casa. Un po' un viaggio indietro nel tempo, non molto apprezzato da Xiaoli. "Al giorno d'oggi la qualità della vita è la vera priorità. Noi giovani non vogliamo più vivere in modo tradizionale. Oggi il cibo non è più la preoccupazione maggiore. E’ stato soppiantato dall’abitazione" precisa.

 

 

Per Xiaozhao far tornare i conti è ancora più difficile. Trentenne, si è appena accollato un mutuo di 700.000 yuan per acquistare una casa. Ogni mese, paga 4000 yuan di mutuo, pari al 40 % del reddito della coppia. "Ho già 30 anni e mi trovo a confrontarmi con spese nuove: la nascita di un figlio, i genitori che invecchiano. Più avanti, dovremo occuparci dell’educazione di nostro figlio e delle cure mediche dei nostri genitori, pur continuando a pagare il mutuo nel frattempo" dichiara.

 

Secondo una recente ricerca sul costo della vita, realizzata Mercer Consulting, la più grande società di consulenza per le risorse umane al mondo, Pechino occupa il 14º posto nella classifica delle città più care al mondo su un totale di 144 città e si piazza quindi davanti a Washington e Shanghai (20ª). I tre esempi riportati parlano da soli: non è davvero facile vivere a Pechino.

 

***      ***            ***

 



*                Traduzione dall’originale “Le prix à payer pour vivre à Beijing ”. Alessandra Rainoldi, Marta Bevanda, volontarie International Alliance of Inhabitants. Ottobre  2006.

               
 


Top

Indice Comunicati

Home Page