Back

Indice Comunicati

Home Page

Untitled Document News. 05.02.08. UPPI: casa, i proprietari costretti ad abbassare affitti
dall'impoverimento degli inquilini. Di seguito la dichiarzione dell'UI e la
nota UPPI:


UNIONE INQUILINI
SEGRETERIA NAZIONALE
VIA CAVOUR 101 - 00184 ROMA


COMUNICATO STAMPA

LA DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE NAZIONALE DELL'UPPI
CONFERMA LA NECESSITA' DELLA RIDUZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE, NEL
SITO DELL'UNIONE INQUILINI: WWW.UNIONEINQUILINI.IT <http://www.
unioneinquilini.it/> IL TESTO INTEGRALE DELLA LETTERA INVIATA DAL
SEGRETARIO NAZIONALE DELL'UNIONE INQUILINI VINCENZO SIMONI AL MINISTRO
DI PIETRO, AI SINDACATI INQUILINI E ALLE ASSOCIAZIONI DELLA PROPRIETA'
PER LA CONVOCAZIONE IMMEDIATA DEI SOGGETTI CITATI PER PROCEDERE AD UNA
NUOVA CONVENZIONE NAZIONALE CHE RIDUCA I CANONI DI LOCAZIONE ANCHE DI
QUELLI AGEVOLATI.
NON E' UN CASO CHE ORMAI DA DIECI ANNI GLI SFRATTI
PER MOROSITA' SONO LA MODALITA' DI SFRATTO PRIORITARIA E CHE OGGI CIRCA
8 SFRATTI SU 10 SONO PER QUESTO MOTIVO
E' NECESSARIA UNA FORTE CAMPAGNA
CONTRO IL CARO AFFITTI E LA PRECARIETA' ABITATIVA


Segue
dichiarazione del Presidente dell'Uppi

PREZZI: PROPRIETARI CASA:
RISCHIO MOROSITÀ FA SCENDERE CANONI COMMENTO DEL PRESIDENTE UPPI
GIACOMO CARINI

Roma, 5 febbraio 2008. Il dato Istat e' realistico,
e dunque va preso per buono. Questo il commento a caldo di Giacomo
Carini, presidente nazionale dell'Uppi (Unione piccoli proprietari
immobiliari) a proposito della diminuzione del peso della casa nel
paniere Istat diffuso oggi. E' indubbio - aggiunge Carini - che ci sia
una tendenza dei proprietari a non gonfiare i canoni di locazione,
perchè aumentano i casi di morosità. C'e' una inversione di tendenza
della proprietà. Tale riduzione dipende dal fatto che, per tenersi un
inquilino, si stanno revisionando i contratti e si ha la tendenza a
stabilire canoni inferiori a quelli riportati nei canoni di locazione.
Ricavare qualcosa in meno, aggiunge il presidente dell'Uppi, e' meglio
se si ha la certezza e la puntualità del pagamento da parte
dell'affittuario.

Ma allora quali soluzioni adottare? Secondo
Carini si deve intervenire sulla pressione fiscale, altrimenti si danno
in locazione beni a perdere e, pertanto, si darebbe il via ad una crisi
abitativa inarrestabile.

visita il sito www.unioneinquilini.it

 



Top

Indice Comunicati

Home Page