Back

Indice Comunicati

Home Page

Milano 18/1/2006

 

SICET

Sindacato Inquilini Casa e Territorio

 

 

Unione Inquilini

Occupanti di alloggi pubblici:č ora di trovare soluzioni che garantiscano un contratto a chi ha occupato per necessitā.

A Milano sono oltre 1000 le famiglie di occupanti abusivi di alloggi di proprietā comunale, cui si aggiungono circa 3000 famiglie che occupano alloggi ALER.

 

Periodicamente, e spesso in periodi preelettorali, si scatenano campagne di stampa o politiche che dipingono gli occupanti come pericolosi delinquenti che tolgono la casa a chi ne avrebbe diritto, cercando di scatenare nuove guerre tra poveri e nascondere le colpe dell'amministrazione comunale per l' emergenza casa nella nostra cittā

In realtā la gran parte di queste famiglie ha occupato alloggi, spesso degradati e vuoti da tempo, spinta da effettiva  necessitā, a causa dei costi proibitivi del mercato privato e della quasi totale mancanza di offerta di alloggi pubblici(malgrado comune e ALER tengano migliaia di alloggi vuoti)

 

La Regione ed il Comune da oltre 18 anni non offrono agli occupanti nessuna possibilitā di regolarizzazione,ed anzi li escludono automaticamente da ogni graduatoria di bando

L' unica risposta sono gli sgomberi, effettuati senza nessun preavviso e nessuna alternativa,che, soprattutto nel patrimonio comunale gestito dai gestori privati(ROMEO. GEFI EDILNORD), gettano da un giorno all'altro sulla strada interi nuclei familiari, spesso con bambini e persone malate, creando drammi umani e sociali enormi

In varie zone di Milano gli occupanti per necessitā si sono organizzati per richiedere la fine degli sgomberi selvaggi e che la loro condizione ed i motivi per cui sono stati costretti ad occupare vengano tenuti in considerazione, dando la possibilitā a chi ha occupato per necessitā di avere un contratto e diventare un inquilino come gli altri, con gli stessi diritti e gli stessi doveri.

 

PER CHIEDERE AL COMUNE DI MILANO

        LA SOSPENSIONE DEGLI SGOMBERI SELVAGGI NEL PATRIMONIO COMUNALE

        UNA POLITICA ABITATIVA CHE PREVENGA LE OCCUPAZIONI ABUSIVE AUMENTANDO  L' OFFERTA PUBBLICA E NON LASCIANDO GLI ALLOGGI VUOTI

        L' ESAME DA PARTE DEL COMUNE DELLA CONDIZIONE DI TUTTE LE FAMIGLIE OCCUPANTI E LA STIPULA DI CONTRATTI PER TUTTI COLORO CHE HANNO OCCUPATO PER NECESSITĀ.

IL SICET, L'UNIONE INQUILINI ED I COMITATI DEGLI "OCCUPANTI PER NECESSITĀ" INDICONO UN

PRESIDIO

MERCOLEDI' 5 MARZO ORE 10

PRESSO L' ASSESSORATO ALLA CASA DEL COMUNE DI MILANO

VIA LARGA 12

Invitiamo tutti a partecipare


Top

Indice Comunicati

Home Page