Back

Indice Comunicati

Home Page

L’Italia delle regioni è “spartita” – il Governo va a Berlusconi – gli italiani da cittadini a sudditi compiacenti

L’Italia delle regioni è “spartita.

Il Governo va a Berlusconi .

E gli italiani?

Da cittadini a sudditi compiacenti?

 

Il Nord a Bossi e Berlusconi

Il Centro al PD che distrugge il resto della sinistra

Il resto in cogestione camorrista-dranghetista-mafiosa con aree di scarna democrazia

 

Con il Governo dei lavori pubblici e dell’assistenzialismo Berlusconi sa già come fare a tamponare il dissenso delle “masse”.

 

***

 

Qualche precisazione sul centro più l’ Emilia-Romagna. In queste regioni le componenti che hanno dato vita alla Sinistra Arcobaleno nel 2006 erano su percentuali a due cifre. Nel 2008 precipitano, nonostante l’apporto della dissidenza al PD (Mussi e c.), a cifre quasi irrisorie.

 

 

PRC,Pdci,Verdi

SA

 

Ulivo+IdV

PD

 

Regioni

%  2006

%2008

Diff.

%  2006

% 2008

Diff

Emilia Romagna

10,0

3,0

-7,0

46,6

49,9

+3,3

Toscana

13,0

4,5

-8,5

44,7

50,5

+5,8

Marche

10,8

3,0

-7,2

41,1

45,9

+4,8

Umbria

12,7

3,5

-9,2

40,6

47,4

+6,8



Un regionalismo spinto con un tot di federalismo fiscale può “soddisfare” gli stessi gruppi dirigenti del PD di queste quattro regioni che – soprattutto in Toscana – avevano da tempo stabilito organici e positivi rapporti con la Lombardia di Formigoni.

Nei tre blocchi regionali in cui – salvo alcune trascurabili anomalie – si suddivide il paese elettorale è solido il controllo politico dei gruppi dominanti e delle consorterie affaristiche ed è molto più difficile la stessa esistenza di una libera opposizione: si tratta purtroppo di un processo di progressiva caduta della cittadinanza attiva allo status di sudditanza ottenuto senza alcun colpo di stato ma con la compiacenza degli elettori. Certo ci sono i malcontenti, i poveri, i declassati, potevano diventare soggetto sociale influente; ora sarà molto più difficile la loro emersione.

 

 

A cura di www.unioneinquilini.it  - 15.04.08.

 

 

 

 


Top

Indice Comunicati

Home Page