Back

Indice Comunicati

Home Page

Untitled Document Casa, notizie dall'Italia e dal Mondo 25 agosto 2008: Roma, buoni casa,
entro il 5 novembre 2008. Milano, Aler e occupazioni abusive; Torino, mutui
agevolati per giovani; Sunia su caro affitti a Roma e Milano, ecc. ecc.


ROMA; BUONI CASA, DOMANDE ENTRO IL 5 NOVEMBRE 2008

Roma, 18 ago - E'
pubblico il bando per la concessione dei buoni casa 2006 (contributi
integrativi ex legge n. 431 / 1988, art. 11), erogati dal Comune di
Roma, Ufficio Politiche Abitative, a chi paga l'affitto e ha i
requisiti previsti. Tra questi: residenza a Roma, reddito familiare
annuo non superiore a 18 mila euro, incidenza dell'affitto sul reddito
non inferiore al 24%, non possedere beni immobiliari per un valore
oltre i 100 mila euro. Le domande vanno compilate sui moduli
predisposti (che si trovano anche agli Uffici per le Relazioni con il
Pubblico di tutti i Municipi) e inviate, mediante raccomandata a/r o
tramite le organizzazioni sindacali degli inquilini, allo stesso
Ufficio Politiche Abitative - Servizio Contributi - Quadrato della
Concordia 4 - 00144 Roma (per le domande inoltrate con raccomandata fa
fede il timbro postale).

MILANO: ALER, IN AGOSTO SVENTATE TUTTE LE
OCCUPAZIONI ABUSIVE
L'AZIENDA INVITA A CHIAMARE PER SEGNALARE
IRRUZIONI

Milano, 18 agosto 2008. Nel mese di agosto a Milano sono
state sventate il 100% delle occupazioni abusive in flagranza. A
renderlo noto e' l'Aler, Azienda Lombardia Edilizia Residenziale di
Milano. Nei mesi estivi l'attività 'gruppo tutela e patrimonio di
Aler, in collaborazione con le forze dell'ordine, ha recuperato 54
alloggi a giugno (pari ad una percentuale del 95%), ha sventato 49
occupazioni a luglio (94%) e 19 tentativi di occupazione su 19 nel
mese corrente. In una nota i tutor antiabusivi di Aler invitano a
contattare lo 02-73922692 per segnalare delle irruzioni illecite.
Occupare una casa cancella un diritto ha affermato Loris Zaffra,
presidente di Aler, I nostri inquilini sono persone per bene e
desiderano vivere serenamente nei loro quartieri. A disposizione dei
cittadini c'e' un numero telefonico al quale rivolgersi per denunciare
occupazioni abusive ma anche atti di violenza e intimidazione.

MUTUI
AGEVOLATI: COMUNE TORINO GARANTE IN BANCA PER I GIOVANI
Torino, 19
agosto 2008. - L'iniziativa, sperimentale, potrà riguardare un massimo
di cento giovani residenti a Torino da almeno un anno che potranno
ottenere un mutuo a tasso fisso con uno spreed dello 0,60, e non
dovranno sostenere le spesa di perizia e istruttoria. Nel caso di
finanziamento a lavoratori atipici, Intesa San Paolo stipulerà una
polizza assicurativa gratuita decennale a garanzia dell'eventuale
disoccupazione. Le caratteristiche dell'alloggio oggetto del contratto
devono sottostare ad alcuni parametri: essere a Torino, di categoria
catastale A2-A3, superficie tra i 45 e i 95 metri quadrati, costare
meno di 170mila euro (1.850,00 euro al metro quadrato). Il compratore
non deve avere un reddito familiare superiore a 37.466,00 euro, cifra
massima prevista anche per gli acquirenti di edilizia agevolata. Il
mutuo può coprire fino al 100 per cento del valore dell'immobile e la
rata mensile deve incidere sul reddito in misura non superiore al 40. I
giovani avranno sei mesi di tempo, dalla data della pubblicazione della
graduatoria, per cercare l'alloggio e stipulare l'atto di acquisto.
L'iniziativa persegue tre obiettivi- spiega Roberto Tricarico,
Assessore alle politiche per la casa - : consente l'accesso ai mutui ai
giovani; ottiene l'applicazione di tassi ridotti e assicura una
protezione nei casi di insolvenza temporanea; salvaguarda inoltre lo
stesso contraente dall'eventuale sfratto, nel caso in cui non riesca
più a far fronte al pagamento del mutuo. In caso di insolvenza,
attraverso l'acquisto dell'immobile da parte della Città - continua
l'Assessore- si potrà garantire al giovane la permanenza
nell'appartamento in locazione a canone calmierato". I fondi necessari
per gli eventuali acquisti il Comune li otterrà dalla vendita degli
alloggi popolari agli inquilini, fatto che già avviene e che garantisce
l'afflusso annuale di circa 3 milioni di euro. Le case comperate con
tale meccanismo entrano a far parte del patrimonio della Città. "C'e'
bisogno di soluzioni innovative come questa per alleggerire la tensione
abitativa assai pesante a Torino - aggiunge Tricarico - . Quello della
casa e' un problema dai numeri a tre zeri: il bando per l'assegnazione
di alloggi popolari ha ricevuto oltre diecimila domande a fronte di
circa duemila alloggi disponibili nel triennio. Sono state invece oltre
14mila le richieste di sostegno all'affitto in una città nella quale il
canone per la locazione incide per oltre il 40ul reddito mensile delle
famiglie. Una situazione sottolineata dagli sfratti che nell'80 per
cento dei casi sono dovuti a morosità.

VARESE: ITALIANO AFFITTA A
IMMIGRATI, SEQUESTRATI DUE APPARTAMENTI

Milano, 21 agosto 2008.
Affittava due appartamenti, a caro prezzo, a ben ventitre immigrati,
alcuni regolari e altri no . Per questo un cittadino italiano di 75
anni, proprietario dei due appartamenti ubicati a Gerenzano, nel
Varesotto, ha subito il sequestro delle due proprietà, cui seguirà la
procedura che potrebbe portare alla fine alla definitiva confisca dei
locali. E' uno dei risultati di un'operazione condotta dai carabinieri
della stazione di Cislago, nel Varesotto, durante la quale per la prima
volta nella zona e' stato applicato il decreto Legge 92/2008, nella
parte in cui dispone il sequestro degli immobili dati in affitto a
clandestini. Il proprietario, spiegano i carabinieri della Compagnia di
Saronno, era a conoscenza dello stato di clandestinità di alcuni degli
inquilini. I militari sono intervenuti dopo ripetute segnalazioni
relative alla cospicua presenza di immigrati nella palazzina di via
San Giacomo 26. Al termine delle operazioni, durate tutta la giornata,
sono stati arrestati due cittadini egiziani (A.M. di 24 anni e A.S. di
28 anni) perché non avevano rispettato il decreto di espulsione emesso
nei loro confronti rispettivamente dalla Questura di Como e da quella
di Varese. Un altro cittadino egiziano (M.S. di 31 anni) e' stato
tratto in arresto in esecuzione di un ordine di carcerazione, dovendo
espiare una pena detentiva per violazione alle leggi sull'immigrazione,
per la quale era stato condannato dal Tribunale di Como. Dieci altre
persone (nove egiziani ed un marocchino di età compresa tra i 22 ed i
28 anni) sono state espulse dal territorio nazionale. Un cittadino
egiziano (E. M. di 35 anni), munito di regolare permesso di soggiorno,
e' stato denunciato per detenzione di sostanze stupefacenti, poiché
aveva undici grammi di hashish. All'operazione ha partecipato,
fornendo supporto logistico, anche la Polizia Locale di Gerenzano.

CASA: SUNIA, ROMA E MILANO CAPITALI DEL CARO-AFFITTO

Roma 22 agosto
2008. - Roma e Milano sono le capitali del caro-affitti: i dati del
Sunia, dedotti da un'indagine compiuta su un campione di 5.000 offerte
di locazione, confermano un trend in aumento nonostante la stagnazione
del mercato della compravendite di abitazioni. Dal confronto dei dati
sui canoni tra il 2008 e il 2007 emerge che l'aumento medio nel nostro
paese risulta pari a +5,2%. Considerando l'ubicazione degli alloggi i
canoni maggiori sono richiesti a Milano e Roma dove, per affittare
un'abitazione di circa 80 mq. in centro, sono richiesti mediamente
2.300,00 e 2.350,00 Euro al mese, in zona intermedia 1.2500,00 e
1.300,00, in periferia 1.050,00 e 1.100,00. Leggermente inferiori, ma
molto oltre la media, sono i canoni a Firenze, Bologna e Napoli.
Richieste inferiori a 1.000,00 Euro sono presenti a Genova, Torino e
Palermo. I canoni minori sono quelli richiesti a Catania e Bari.
Valutando la tipologia, per un monolocale sono richiesti meno di 500
Euro/mese a Catania, Bari, Palermo e Torino, oltre 800,00 a Roma e
Firenze; per un bilocale gli affitti minori sono a Catania, Torino,
Palermo, inferiori a 600,00 Euro/mese, raggiungono 1.000,00 Euro a
Bologna e Milano, li superano a Firenze e Roma. Un trilocale ha i
valori minori a Catania, Palermo, Bari e Torino, i più alti a Bologna,
Roma e Milano, 1.400,00 Euro/mese. Per gli alloggi più grandi valori
altissimi si rilevano a Bologna e Firenze, oltre 1.7000,00 Euro/mese, a
Roma e Milano, oltre 2.000,00. Sgravi fiscali per gli inquilini,
aumento del Fondo sociale per gli affitti, tracciabilita' dei pagamenti
per combattere l'evasione fiscale, strumenti reali di contrattazione
dell'affitto tra inquilino e proprietario sostenuti da una fiscalità di
vantaggio, piano per la realizzazione di 1 Milione di alloggi in
locazione in dieci anni finanziato con risorse pubbliche e private:
questi, per il Sunia, sono i provvedimenti che servono se si vuole
affrontare seriamente il problema.

CANONE MENSILE (IN EURO) PER ZONA
URBANA PRINCIPALI CITTA'
Città Centro Zona
intermedia Periferia
Bari 740,00
700,00 650,00
Bologna 1850,00
1100,00 950,00
Catania 850,00
700,00 650,00
Firenze 2100,00
1200,00 1025,00
Genova 900,00
850,00 700,00
Milano 2300,00 1350,00
1050,00
Napoli 1250,00 1025,00 770,00
Palermo 800,00 750,00 680,00
Roma
2350,00 1300,00 1100,00
Torino
850,00 720,00 670,00

- CANONE MENSILE (IN EURO)
TIPOLOGIA IMMOBILE PRINCIPALI CITTA'
Città Monolocale
Bilocale Trilocale
Bari 440,00
610,00 760,00
Bologna 750,00
1000,00 1300,00
Catania 430,00
563,00 620,00
Firenze 800,00
1100,00 1350,00
Genova 585,00
683,00 900,00
Milano 740,00
1000,00 1400,00
Napoli 560,00
830,00 1100,00
Palermo 450,00
570,00 700,00
Roma 850,00
1150,00 1400,00
Torino 490,00
580,00 725,00

PECHINO 2008, AMNESTY: ECCO LE VIOLAZIONI
COMMESSE DURANTE I GIOCHI (2)

Roma, 25 agosto 2008 - Tra questi
Amnesty International segnala: "Ye Guozhu, attivista per il diritto
alla casa, è detenuto in una stazione di polizia dopo aver terminato di
scontare una condanna a quattro anni di carcere, inflittagli per aver
cercato di attirare l'attenzione dell'opinione pubblica sugli sfratti
eseguiti con la forza a Pechino per costruire impianti olimpici. La
polizia ha dichiarato che avrebbe trattenuto Ye Guozhu fino alla fine
delle Olimpiadi e delle Parolimpiadi, al fine di evitare problemi a lui
e ai suoi familiari. Il 26 luglio la polizia ha poi precisato che Ye
Guozhu era detenuto presso la stazione di polizia di Xuanwu perché
sospettato di 'aver convocato la folla per creare disturbo all'ordine
in un luogo pubblico Amnesty International ha appreso da fonti
attendibili che Ye Guozhu è stato picchiato coi bastoni elettrici prima
del processo e anche durante la prigionia". E ancora: "Wu Dianyuan (79
anni) e Wang Xiuying (77), due donne che avevano chiesto il permesso di
manifestare in una delle 'zone delle proteste, sono state accusate di
'disturbo all'ordine pubblico e condannate a un anno di rieducazione
attraverso il lavoro. Le due donne presentavano denunce alle autorita'
dal 2001, quando erano state sfrattate dalle loro abitazioni per fare
spazio a un progetto di sviluppo. Le autorità municipali di Pechino
hanno dichiarato che non dovranno scontare la condanna finché si
comporteranno bene, ma che comunque subiranno limitazioni alla libertà
di movimento". "Le autorità cinesi e il Cio - ha dichiarato da Hong
Kong Roseanne Rife, vicedirettrice del Programma Asia-Pacifico di
Amnesty International - avevano l'opportunità di mostrare che il
rispetto dei diritti umani fosse migliorato ma hanno ampiamente
fallito: sfratti forzati, arresti di attivisti e restrizioni ai danni
dei giornalisti non dovranno caratterizzare un'altra Olimpiade.

CASA:
VOLA SPESA FAMIGLIE;IN 2 ANNI AFFITTI +14%,MUTUI +7,5%

ROMA, 22 AGOSTO
2008 - Casa sempre più cara per le famiglie italiane. Negli ultimi due
anni, secondo i dati dell'ultima rilevazioni dell'Istat sui 'Consumi
delle famiglie', l'affitto medio mensile e' cresciuto del 14% (da 308 a
351 euro), mentre la rata media mensile per il mutuo e' aumentata del
7,5% (da 438 a 471 euro). Con il risultato che la spesa per
l'abitazione e' in continua crescita e rappresenta la voce più
consistente del bilancio familiare, ovvero oltre un quarto (il 26,7%
nel 2007,
dal +25,8% di due anni prima) della spesa mensile. Tra il
2005 e il 2007 l'aumento degli affitti e' stato particolarmente salato
per le famiglie del Centro Italia, che si sono viste aumentare la rata
mensile di quasi il 20% (dal 340 a 406 euro). Al Nord, invece, e'
andata peggio a chi ha scelto di accendere un mutuo, visto che la rata
mensile e' cresciuta più che nel resto d'Italia (+9,3%, da 448 a 490
euro)

SICUREZZA: SEQUESTRO DORMITORIO CLANDESTINI NEL LODIGIANO


ROMA, 25 AGOSTO 2008 - Primo sequestro nel Lodigiano - e uno dei primi
in Italia - di un appartamento occupato da clandestini che pagavano una
quota letto per pernottare. Lo hanno effettuato a Casalpusterlengo
(Lodi) i carabinieri di Codogno che, durante un servizio preventivo,
hanno individuato all'interno di un cortile in via Don Mazza
un'abitazione occupata da sei cittadini egiziani, dei quali uno solo
regolarmente in Italia. Pagavano tra i 50 e i 70 euro al mese per
l'affitto del posto letto. Il proprietario, E.M., egiziano di 35 anni,
e' stato denunciato per violazione delle norme sull'immigrazione.
L'appartamento e' stato sequestrato in vista della confisca definitiva,
che avverrà nel caso il proprietario, attualmente in ferie nel Paese
d'origine, venga condannato. Oltre alla
confisca, la norma, introdotta
con il pacchetto sicurezza, prevede una pena da uno a tre anni per chi
''cede a titolo oneroso un'abitazione a clandestini Nel corso del
servizio, inoltre, i carabinieri hanno
arrestato a Codogno un
marocchino di 28 anni, M.H., per inottemperanza del decreto di
espulsione.

IMMIGRATI: SEQUESTRATI NEL REGGINO IMMOBILI IN FITTO
ABUSIVO

Reggio Calabria, 22 ago.- Sequestrati dai carabinieri tre
immobili affittati abusivamente a cittadini extracomunitari
clandestini. La decisione del Gip del tribunale di Reggio Calabria,
giunta a conclusione dell'attività investigativa degli stessi militari
dell'Arma, e' stata emessa in esecuzione al decreto legge dello scorso
maggio che sancisce misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e
disciplina immigrazione che consente il sequestro preventivo, in attesa
di successiva confisca, degli immobili abusivamente locati a cittadini
clandestini. I locali sottoposti a sequestro si trovano al rione Croce
Valanidi della città dello Stretto. L'attività d'indagine degli uomini
del colonnello Leonardo Alestra ha permesso di accertare che due
agricoltori avevano affittato illecitamente ed onerosamente degli
appartamenti a cittadini extracomunitari clandestini. Nel luglio
scorso, nell'ambito di una serie di controlli predisposti dal comando
provinciale, erano stati arrestati due indiani per l'inosservanza di un
decreto di espulsione dal territorio nazionale. Dopo gli arresti
l'attività dell'Arma non si e' fermata e dopo numerosi riscontri ed
accertamenti, i carabinieri sono riusciti ad accertare che i cittadini
extracomunitari arrestati pagavano un regolare affitto per gli
appartamenti dove domiciliavano. Locali caratterizzati dall'assoluta
precarietà ed affittati come appartamenti signorili.


PREZZI: FERRERO,
BLOCCARE QUELLI DI ALIMENTARI, AFFITTI E MUTUI

Roma, 23 agosto 2008.
- Contro il carovita bloccare i prezzi dei generi alimentari di largo
consumo, degli affitti e dei mutui. Lo chiede in un editoriale sul
quotidiano Liberazione il segretario del Prc, Paolo Ferrero. "Chiediamo
al governo di bloccare i prezzi dei generi alimentari di largo consumo,
degli affitti e dei mutui. Qualcuno - scrive Ferrero - commenterà
questa richiesta dicendo che si tratta di una parola d'ordine
demagogica. Io penso si tratti di una richiesta fondamentale da far
vivere nell'autunno dentro la costruzione di un movimento di lotta.
Sono anni che diciamo che larga parte della popolazione italiana fa
fatica ad arrivare a fine mese. L'erosione dei salari e delle pensioni
- prosegue Ferrero - arriva da lontano, fin da quando il governo Craxi
abolì i primi punti di scala mobile. Dall'adozione dell'euro abbiamo
però assistito ad un vero e proprio salto di qualità". Il governo
Berlusconi, spiega ancora l'ex ministro della Solidarietà sociale, "non
fece alcun controllo e dalla sera alla mattina ci trovammo con un
enorme e ingiustificato aumento di prezzi. Come se non bastasse negli
anni successivi la cosa e' continuata con una inflazione strisciante
scaricata completamente sui generi di consumo di massa. In parallelo e'
cresciuto esponenzialmente il costo della casa. Sul versante degli
affitti siamo allo strozzinaggio con il costo dell'affitto che
raggiunge e spesso sopravanza la metà di un buon stipendio. Per chi ha
fatto fronte al caro affitti con l'acquisto, le cose sono andate anche
peggio, perché - conclude - il rialzo dei tassi di interesse ha spinto
i mutui a tasso variabile a cifre irraggiungibili per chi aveva fatto
il mutuo


VISTA IL SITO WWW.UNIONEINQUILINI.IT


Top

Indice Comunicati

Home Page