Back

Indice Comunicati

Home Page

Untitled Document Casa/notizie al 3 settembre 2008; tragico sfratto a Parigi, diritti per i
separati in Alto Adige, nel Regno Unito piano di salvataggio del mercato
immobiliare, e in Italia clandestini perseguitati...


FRANCIA: ARRIVA SFRATTO, MADRE DI FAMIGLIA GIU DA FINESTRA

PARIGI, 2
settembre 2008 - Madre di due bambini, una francese di 33 anni si e'
uccisa gettandosi dalla finestra all'arrivo dell'ufficiale giudiziario
e della polizia che dovevano sfrattarla dal suo appartamento di Istres,
nella regione di Marsiglia. All'ora fissata per lo sfratto - ha fatto
sapere la prefettura - che doveva avvenire in seguito a decisione del
tribunale, una madre di due bambini di 4 anni e 18 mesi si e' buttata
dalla finestra del terzo piano. La donna occupava una casa popolare nel
quartiere di Rassuen. Non aveva risposto alle convocazioni dei servizi
sociali che - secondo le autorità - avrebbero potuto consentire l'avvio
di ''procedura di accompagnamento sociale e di aiuto per gli inquilini
in difficoltà . I bambini sono stati affidati ai genitori della
vittima.

ALTO ADIGE: CASA E DIRITTI DELLE DONNE CHE SI SEPARANO

Bolzano, 2 settembre 2008 - In Alto Adige la Provincia autonoma ha
organizzato una serie di serate informative sui diritti che in caso di
separazione hanno le donne in presenza di un'abitazione familiare
acquisita o costruita con le incentivazioni edilizie. Molte coppie di
sposi ricevono agevolazioni edilizie provinciali per l'acquisto o la
costruzione dell'abitazione. La maggior parte delle donne, però, non è
a conoscenza dei diritti loro spettanti sull'immobile agevolato in caso
di separazione. La comunità o la separazione dei beni accanto a molti
altri fattori svolgono un ruolo fondamentale in questo frangente. La
materia è molto più complessa rispetto a quello che sembra. Nell'ambito
delle serate, organizzate in collaborazione con il Servizio Donna della
Provincia, donne e uomini avranno modo di raccogliere spiegazioni utili
relativa ad incentivazioni edilizie e diritto di famiglia. Il prossimo
incontro si tiene martedì 9 settembre a Brunico.

GB: BROWN VARA PIANO
A SOSTEGNO DEL MERCATO IMMOBILIARE

LONDRA, 2 settembre 2008 - Nel
tentativo di scongiurare lo spettro della recessione alle porte e
rilanciare il suo impopolare governo il primo ministro britannico
Gordon Brown ha annunciato oggi un ambizioso piano di intervento a
favore del mercato immobiliare in forte, allarmante crisi. In caduta
libera nei sondaggi, il laburista Brown ha sospeso per un anno la
tassa pagata da chi acquista un'abitazione (la 'stamp duty') per tutte
le transazioni immobiliari sotto 175.000 sterline (215.000 euro). La
misura permetterà un risparmio fino a 1.750 sterline e ridurrà di circa
600 milioni di sterline le entrate per le casse statali. Finora erano
esentate dalla 'stamp duty' le case che costano meno di 125.000
sterline. Il primo ministro ha inoltre stanziato un miliardo di
sterline (1,2 miliardi di euro) per aiutare con sgravi fiscali e
sussidi le persone a basso reddito che comprano la loro prima casa e
quanti si trovano in difficoltà con il pagamento del mutuo a causa
della dirompente crisi economica degli ultimi mesi. Da un anno a questa
parte il prezzo delle case e' sceso di oltre il 10% in Gran Bretagna
dopo uno strepitoso boom immobiliare che e' andato avanti imperterrito
per circa quindici anni. Tanto e' bastato per mettere sotto pressione
l'economia del Regno Unito già traballante. Il piano - che non ha
entusiasmato gli esperti, a giudizio dei quali avrà un impatto
piuttosto marginale sul mercato immobiliare e e non ne fermerà la
caduta - e' stato annunciato mentre a Parigi l'Ocse indicava che la
Gran Bretagna appare condannata alla recessione in tutto il secondo
semestre del 2008. La sospensione della 'stamp duty' per un anno
dovrebbe interessare a detta del Tesoro circa la metà di tutte le
transazioni immobiliari previste ma non avrà di sicuro alcun impatto a
Londra dove - se si eccettua qualche monolocale in zone estremamente
periferiche o malfamate - gli appartamenti costano molto ma molto di
più di 175.000 sterline: in media circa 330.000 sterline.


POSTI-LETTO
A CLANDESTINI, DENUNCIATO EGIZIANO A MILANO
Milano, 2 settembre 2008.
- Un egiziano di 24 anni, Karim E. W.,e' stato denunciato a Milano in
base alle nuove norme del Pacchetto sicurezza che riguardano l'affitto
di appartamenti a immigrati clandestini. L'uomo e' stato scoperto in
seguito alle segnalazioni degli inquilini di un palazzo in via Padova
che hanno denunciato alla polizia il continuo andirivieni
nell'edificio. Nel bilocale di 45 metri quadri, aveva sistemato almeno
10 posti letto. Quando gli agenti sono entrati per i controlli hanno
trovato 6 egiziani e il proprietario. Quattro di loro erano senza
permesso di soggiorno. L'appartamento e' stato sequestrato e, in caso
di condanna, verrà confiscato.

visita il sito www.unioneinquilini.it


Top

Indice Comunicati

Home Page