Back

Indice Comunicati

Home Page

- CASA: RIETI, ATER AVVIA INVESTIMENTI PER 18 MLN DI EURO - CASA: DI CARLO, REGIONE LAZIO PRONTA AD ENTRARE IN FONDO ENASARCO

- CASA: RIETI, ATER AVVIA INVESTIMENTI PER 18 MLN DI EURO - CASA: DI CARLO, REGIONE LAZIO PRONTA AD ENTRARE IN FONDO ENASARCO -  SENZA CASA IN TENDA A PALERMO: DORMIRANNO IN CENTRO UMANISTA - CASA:BERLUSCONI A CONFEDILIZIA, CEDOLARE A AFFITTI AGEVOLATI -  CASA: MANTOVANI, A OTTOBRE DPCM SU PRIMA FASE PIANO ORA AL VIA CONSULTAZIONI ENTI LOCALI - CAMPANIA/ PRESENTATE OLTRE 5 MILA DOMANDE PER BANDI CASA – REGIONE: TRE AVVISI PUBBLICI PER PRIVATI, ENTI PUBBLICI E COOPERATIVE.

- BARI: SINDACO A BERLUSCONI, SU PIANO CASA GOVERNO HA SOTTRATTO 9 MLN A COMUNE CASA: RIETI, ATER AVVIA INVESTIMENTI PER 18 MLN DI EURO

RIETI, 11 SET
- Avviato da parte dell'Ater, l'Azienda territoriale per l'edilizia
residenziale pubblica della provincia di Rieti, un piano di
investimenti per 18 milioni di euro da effettuare nell'esercizio 2008. 
''Grazie all'attenzione del presidente della Regione Lazio Piero
Marrazzo e dei nostri consiglieri regionali Mario Perilli,  Annamaria
Massimi e Antonio Cicchetti, - spiega il presidente
dell'Ater Rieti, Valentino Antonetti - gli interventi programmati mirati al recupero di
porzioni importanti di tessuto  urbano in forma diretta e
convenzionata, ovvero con l'intervento di privati, consentiranno il
miglioramento della fruibilità delle parti urbane piu' significative
dei centri interessati  primo tra tutti quello di Rieti città. Buone
notizie anche per quanto riguarda i contratti di quartiere grazie ai
quali, prosegue Antonetti, ''entro ottobre verranno affidati i lavori 
per la realizzazione di una sala polifunzionale nel quartiere di Villa
Reatina quale prima tranche dei lavori previsti. Altri  interventi
interesseranno, oltre al capoluogo, anche i comuni di Fara in Sabina e
Cittaducale,  ''che accusano maggiormente il disagio abitativo'',
mentre ''grazie alla collaborazione con la facoltà di Ingegneria della
Sabina Universitas sono in programma interventi che riguarderanno il
patrimonio esistente dell'Ater ed in particolare la messa in sicurezza
di ambienti e  spazi comuni, il contenimento dei consumi energetici dei
fabbricati utilizzando anche fonti energetiche rinnovabili, oltre alla
nostra attenzione consolidata per la raccolta differenziata dei
rifiuti.

CASA: DI CARLO, REGIONE PRONTA AD ENTRARE IN FONDO ENASARCO

ROMA 13 set - La Regione Lazio e' pronta ad  ''esaminare la possibilità
di entrare nell'operazione di
alienazione del patrimonio immobiliare
della Fondazione agenti di commercio (Enasarco)'', che scattera'
nell'arco di due anni dopo il via libera all'accordo tra associazioni
degli inquilini e la Fondazione. Lo annuncia l'assessore regionale alla
Casa Mario Di Carlo   Di Carlo intende chiedere ai vertici
dell'Enasarco se ''la  Regione, attraverso le sue Ater, puo' da subito
sedersi al 'tavolo', cosi' da evitare un eventuale impatto sociale di
una vendita che potrebbe lasciare molti degli attuali inquilini  senza
la possibilita' di acquistare  l'appartamento nel quale vivono'.
L'assessore pensa in particolare che la partecipazione della Regione,
attraverso le Ater potrebbe, potrebbe riguardare il Fondo immobiliare
nel quale l'Enasarco prevede di mettere la parte di patrimonio
immobiliare che dovesse restare invenduto''.

SENZA CASA IN TENDA A PALERMO: DORMIRANNO IN CENTRO UMANISTA

PALERMO, 14 SET -
Trascorreranno la notte nei locali del Movimento umanista, vicino la
stazione centrale, le sei  famiglie, con 12 bambini, rimaste senza casa
dopo essere state sgomberate dagli alloggi popolari che avevano
occupato abusivamente. Da tre giorni dormivano sotto una tenda, davanti
al municipio di Palermo. Gli unici indumenti a loro disposizione si
sono bagnati per la pioggia. ''Abbiamo trovato questa sede provvisoria
- dice il consigliere comunale di 'Altra Palermo ', Fabrizio
Ferrandelli - così non dormiranno sotto la tenda con la pioggia.
Domattina le famiglie, in totale 22 persone, saranno assistite dal
personale del centro Astalli, che ha messo a disposizione i servizi
igienici e le docce. Il missionario laico Biagio Conte, contattato dal
consigliere  comunale di Fi Stefania Munafo', ha garantito che fornirà
ai  senza casa coperte e cibo, soprattutto per i bambini e il  neonato
che ha bisogno di omogeneizzati.


CASA:BERLUSCONI A CONFEDILIZIA,
CEDOLARE A AFFITTI AGEVOLATI

 ROMA, 14 SET - La tassazione separata
dei redditi da affitto attraverso una cedolare secca ''e' un punto 
fondamentale al quale il governo sta pensando. Lo assicura il premier
Silvio Berlusconi in un messaggio alla Confedilizia. ''Compatibilmente
con il bilancio pubblico - sottolinea Berlusconi - pensiamo
all'istituzione della cedolare secca per i contratti di locazione
agevolati, dove il canone e 'concordato tra le organizzazioni della
proprietà edilizia e degli inquilini. Un'altra assicurazione ai
proprietari di casa che affittano gli immobili arriva dall'impegno
dell'esecutivo ad ''evitare la reiterazione del blocco delle esecuzioni
di rilascio. Anche per questo, ricorda Berlusconi, e' stato approvato
uno specifico  Piano Casa. Berlusconi rileva però che e' necessario
anche un  impegno degli enti locali ''che dovranno adeguare
opportunamente le aliquote Ici sulle abitazioni date in locazione.  Nel
messaggio inviato dal premier al presidente della maggiore
confederazione dei proprietari di casa  Corrado Sforza Fogliani si
assicura anche che l'impegno del governo ''per la formazione di un
catasto reddituale, basato sui  redditi reali perché censiti
direttamente sul territorio,
rimane un punto fermo ed e' - aggiunge
Berlusconi -''parte integrante del nostro impegno per una tassazione
dell'immobiliare equa e costituzionalmente corretta. Sempre sul catasto
il governo ha deciso di fermare il processo di decentramento.
''Abbandoneremo - dice sempre il  presidente del Consiglio - il
progetto dell'esecutivo che ci ha preceduto di affidare ai Comuni la
determinazione dell'estimo di singoli immobili.
 
CASA: MANTOVANI, A
OTTOBRE DPCM SU PRIMA FASE PIANO ORA AL VIA CONSULTAZIONI ENTI LOCALI

Bologna, 13 set. Un imponente piano casa, in grado di garantire un
alloggio in proprietà alle famiglie italiane, in particolare a quelle a
basso reddito, alle giovani coppie, a studenti e lavoratori fuori sede
e a immigrati che risiedono da almeno 10 anni. Dopo l'approvazione
della legge del 6 agosto scorso, il Governo si prepara a dare vita alla
prima fase di quanto annunciato già in campagna elettorale: in ottobre
e' atteso il Decreto del presidente del Consiglio dei ministri, previa
intesa con Regioni e Comuni, con i quali le consultazioni inizieranno a
metà settembre, e ovviamente con il Cipe. Lo spiega il sottosegretario
alle Infrastrutture con delega alle politiche per la casa, Mario
Mantovani, che nel pomeriggio di oggi ha raggiunto Piacenza per
partecipare al 18esimo convegno del coordinamento dei legali di
Confedilizia.

CAMPANIA/ PRESENTATE OLTRE 5 MILA DOMANDE PER BANDI CASA – REGIONE: TRE AVVISI PUBBLICI PER PRIVATI, ENTI PUBBLICI E COOPERATIVE.

 

Napoli, 13 set. Sono 4.877 le  richieste presentate da parte di singoli
cittadini della Campania per ottenere contributi all'acquisto della
prima casa, 126 quelle delle cooperative e delle imprese edilizie per
la concessione di contributi di edilizia agevolata, 487 le
manifestazioni d'interesse fatte pervenire da soggetti pubblici e
privati per la formazione di programmi di edilizia residenziale sociale
e di riqualificazione di ambiti urbani degradati e dismessi. Questi i
risultati dei tre bandi per la casa emanati dalla Regione Campania lo
scorso 14 luglio: un totale di oltre 5mila domande compilate ed
inviate, per la prima volta, esclusivamente on line. I tre avvisi
pubblici, che si inseriscono nel Piano organico di interventi per il
miglioramento delle condizioni abitative nella regione Campania, sono
caratterizzati da finalità diversificate dal punto di vista dei target
di riferimento ma al tempo stesso complementari rispetto ai progetti
della strategia regionale. Il primo si pone l'obiettivo di promuovere
l'accesso alla  proprietà della prima casa attraverso l'assegnazione di
contributi in conto interessi per l'acquisto ed il recupero di
abitazione da parte di cittadini residenti nel territorio regionale. Il
finanziamento consiste nella concessione di un mutuo fino a 100mila
euro da parte di uno degli istituti di credito convenzionati con la
Regione. L'importo del mutuo non  potrà eccedere l'80% della spesa,
limite che può però in alcuni casi essere elevato fino al 100% per
giovani coppie e ultracinquantenni. Il secondo prevede la concessione
di contributi di edilizia agevolata - sotto forma di mutui agevolati
per i quali l'onere del pagamento degli interessi passivi è posto
interamente o parzialmente a carico della Regione Campania - a favore
di cooperative e imprese edilizie che costruiscono o recuperano alloggi
da assegnare o vendere a cittadini residenti in possesso dei requisiti
di legge. Per i primi due bandi si prevede il finanziamento di circa
2mila domande entro il 2011, con contributi pro-capite di circa 50mila
euro, per una movimentazione complessiva di 400 milioni di euro di
investimenti nel mercato immobiliare, di cui un quarto a carico della
Regione Campania. Scopo del terzo bando è migliorare la gestione del
territorio e contrastare il degrado dei centri cittadini e delle
periferie, attraverso la verifica della disponibilità di soggetti
pubblici, privati ed operatori economici a proporre e realizzare
interventi di riqualificazione edilizia e di edilizia residenziale
sociale coerenti con gli indirizzi regionali in materia di politiche
abitative ed urbanistiche. "La risposta da parte dei singoli cittadini,
dei privati e degli enti - ha dichiarato l'assessore al Governo del
Territorio Gabriella Cundari - per quanto prevedibile, è stata
decisamente positiva e di gran lunga superiore alle aspettative della
Regione. Ciò conferma la correttezza e la coerenza del percorso
intrapreso e soprattutto introduce un segnale di rinnovato e più
diretto rapporto tra Istituzioni e cittadini sul tema della casa e del
ruolo della Regione verso il miglioramento della qualità della vita dei
residenti".

BARI: SINDACO A BERLUSCONI, SU PIANO CASA GOVERNO HA
SOTTRATTO 9 MLN A COMUNE

Bari, 13 set. - Il sindaco di Bari Michele
Emiliano, rivolgendosi al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi 
durante l'inaugurazione della fiera del Levante, ha sottolineato che
"il Piano casa del suo governo ha tolto, spero senza volerlo, alla 
città 9 milioni di euro che ci avrebbero consentito oggi di avere 
cantieri già aperti e 100 appartamenti fra due anni. In questi quattro
anni -ha aggiunto il primo cittadino Abbiamo ristrutturato tutto il
patrimonio di case popolari del Comune, portando l'investimento per le
mautenzioni da 600mila euro a 15  milioni. Servono -ha concluso
Emiliano- anche strategie di mobilità  innovative che possano ricucire
le ferite urbanistiche dei drammatici  anni '60".

 


Top

Indice Comunicati

Home Page