Back

Indice Comunicati

Home Page

In Internazionale: FSE - Lettera di Cesare ttolini - Aggiornamenti da Malmo (e Reggio Emilia) + www.habitants.org




Saluti da Malmo, dove ieri, come International Alliance of Inhabitants (IAI) abbiamo organizzato il primo seminario con un centinaio di partecipanti (Russia Turchia, Spagna, Francia Svezia, ecc.): sulla difensiva contro l'insicurezza abitativa dovuta alle privatizzazioni e  trasformazioni urbanistiche guidate dalla logica neoliberale. D'accordo sulla Campagna e sulle Giornate Mondiali Sfratti Zero.
A proposito, anche l' Unione Inquilini potrebbe e dovrebbe approfittare di questa ribalta internazionale per pubblicizzare e rafforzare la battaglia d'autunno. Puoi rilanciare sul sito e con circolare alle sedi?
Stamane, altro seminario con la International Union of Tenants e l'Unione Inquilini di Svezia, in lotta contro la Commissione europea che, con la scusa della lbertà di concorrenza, vorrebbe imporre la riduzione dell'intervento pubblico nel settore casa ai soli poveri. In altre parole, lotta contro la marginalizzazione dell'edilizia residenzale pubblica ben esemplificata dal modello italiano.
Questa sera altri due appuntamenti organzzati da IAI ed altri: da una parte, il seguito degli Stati generali europei per il diritto alla casa, ponendo al centro la mobilitazione del 23-24 novembre prossimi a Marsiglia in occasione dell'incontro europeo dei ministri dell'alloggio.
Dall'altra, un seminario sul futuro delle metropoli e le lotte degli abitanti. Sullo sfondo, la preparazione dell'Assemblea mondiale degli abitanti nel 2011.
Come vedi, stiamo rafforzando la rete globale per il diritto alla casa senza frontiere per rendere più efficaci e solidali le lotte di tutti.

Tra queste, segnalo quella del Collettivo Sottotetto di Reggio Emilia: qui sotto la presentazione e l'Appello. Potresti diffondrlo sul sito, firmare e prendere contatto direttamente?

Ciao in solidarietà
Cesare

P.S. Che ti sembra il nuovo www.habitants.org ?


---------- Forwarded message ----------
From: <collettivosottotetto@libero.it>
Date: 2008/9/19
Subject: Scrivici
To: info@habitants.org
Cc: collettivosottotetto@libero.it


Oggetto:
 campagna europea di solidarietà

Testo del messaggio:
 Ciao. Chi scrive è il collettivo sottotetto, movimento di lotta per il diritto alla casa e all'abitare di Reggio Emilia-Italia.

La nostra storia è abbastanza recente, non abbiamo ancora compiuto tre anni di attività, però crediamo sia piuttosto emblematica di come vanno le cose in italia, anche nelle città cosidette di "sinistra", rispetto alla tutela del diritto alla casa e ad una città che sia comune.
Anche qui le uniche cose che contano sono interessi privati e speculazioni selvagge, supportate da un'amministrazione non proprio trasparente che sta applicando un piano regolatore del 1999 che è uno dei più scandalosi del secolo.

Il nostro progetto ha la sua sede di partenza e di primo sviluppo in uno storico quartiere popolare della città, il Compagnoni, che per storia antica e recente è un tassello importantissimo della memoria storica collettiva e della poca socialità di quartiere resistita alle recenti devastazioni.

Il quartiere sta subendo l'abbattimento della maggior parte delle case pubbliche che verranno sostituite da alloggi privati, dopo anni di abbandono . Nel quartiere c'erano da anni 130 case vuote e 11 di queste sono state da noi occupate, come gruppo di persone unite da una necessità: quella di un tetto.
Il discorso si è poi allargato ed evoluto, crediamo per forza di cose, molto al di là delle quattro mura delle nostre abitazioni fino a comprendere temi come lo sviluppo urbanistico e sociale della città.

Ad agosto di quest'anno il primo sgombero ed ora il progetto speculativo chiamato "riqualificazione" avanza a ritmi esorbitanti, pare che abbiano paura che qualcuno li possa fermare.

fra le tante cose che stiamo facendo c'è anche una campagna europea di solidarietà, con un appello da far firmare a più realtà possibili .

Vi allego i link della lettera di spiegazione e dell'appello in italiano, inglese e tedesco, a breve sarà disponibile anche in spagnolo e forse francese e portoghese.

Se ci fosse possibilità di pubblicarlo e/o di farlo girare anche fra le vostre reti sarebbe molto utile.

Grazie.
Collettivo sottotetto

ecco i link nelle diverse lingue della campagna di solidarietà europea:

lettera aperta e introduzione su global in italiano: http://www.globalproject.info/art-16775.html
lettera aperta in inglese http://www.globalproject.info/art-16860.html
lettera aperta in tedesco http://www.globalproject.info/art-16860.html


spiegazione della situazione specifica dell quartiere e del lavoro del sottotetto (background information):
in italiano:http://www.globalproject.info/art-16776.html
inglese http://www.globalproject.info/art-16861.html
tedesco: http://www.globalproject.info/art-16778.html







Top

Indice Comunicati

Home Page