Back

Indice Comunicati

Home Page

casa notizie 1 ottobre 2008


In questo numero:

GOVERNO: BERLUSCONI "PIANO CASA NON SARA' RIVISTO"

CASA. BLOCCHI PRECARI OCCUPANO UN IMMOBILE A MONTESACRO (Roma)

FAMIGLIE SENZA CASA OCCUPANO AULA MUNICIPIO A PALERMO

USA: INDICE
MUTUI-CASA -23%; CROLLANO RIFINANZIAMENTI, -35%

CASA. DI CARLO: SERVE
UNA NUOVA PROROGA DEGLI SFRATTI INCONTRO FRA ASSESSORE REGIONALE E
SINDACATI INQUILINI

CASA. IMPRESE EDILI FALLITE, SOS 12 MILA FAMIGLIE:
RISARCITECI NEL FONDO AD HOC SOLO 20 MILIONI, MA RICHIESTE PER 1
MILIARDO


GOVERNO: BERLUSCONI "PIANO CASA NON SARA' RIVISTO"

ROMA -
Le prime case del "piano Berlusconi" saranno  pronte "con molto
anticipo sulla fine della legislatura". Nel  libro di Bruno Vespa
"Viaggio in un'Italia diversa", Berlusconi sostiene che "la crisi
finanziaria internazionale potrà influire su certe riforme che noi con
molta chiarezza abbiamo legato all'andamento del bilancio dello Stato".
Tra i ritardi previsti, "l'imposizione fiscale sulla base del quoziente
familiare". Anche il famoso Piano casa dovrà essere rivisto?
"Assolutamente no, perché non inciderà sui costi dello Stato. I terreni
saranno pagati ai proprietari in metri cubi edificabili. Ulteriori
possibilità edificatorie saranno concesse alle imprese al fine di
ottenere una riduzione dei costi per la realizzazione di appartamenti
di dimensioni contenute ma molto razionali, in modo che le famiglie che
andranno a occuparli si trovino a pagare un mutuo mensile addirittura
inferiore ai canoni di locazione correnti sul mercato. Anche in questo
settore la mia sfida e' quella di costruire non solo un alloggio per
chi ne e' privo, ma anche di costruirlo, come ho già dimostrato nella
mia vita, in una cornice ambientale e architettonica rispettosa delle
persone e delle famiglie che decideranno di vivere in quegli spazi. Gli
oneri dei servizi, come previsto dal federalismo fiscale, saranno di
competenza dei comuni e delle regioni". Le prime case saranno costruite
entro la legislatura? "Con molto anticipo rispetto alla  fine della
legislatura. E' un obiettivo che non voglio mancare".

CASA. BLOCCHI
PRECARI OCCUPANO UN IMMOBILE A MONTESACRO (Roma)

Roma, 1 ott. - Questa
mattina uno dei movimenti della galassia antagonista, i Blocchi precari
metropolitani, ha occupato un immobile abbandonato da diversi anni nel
quartiere di Montesacro. "Precari, studenti, migranti, single- si legge
in una nota- hanno riconquistato un pezzo di reddito, liberando alcune
delle 270mila stanze vuote -dati Eurispes- regalate alla speculazione
immobiliare di questa città. L'azione di oggi prosegue il censimento
dal basso degli stabili abbandonati che consegniamo pubblicamente al
Tavolo sull'emergenza abitativa promosso dal prefetto Mosca". Nel
comunicando si legge inoltre che "l'unica sicurezza possibile e' quella
che allarga i diritti e gli spazi di libertà per tutti, non e' certo la
guerra contro i poveri scatenata dalla destra e dai sindaci-sceriffo di
centrosinistra. La militarizzazione del territorio serve soltanto a
zittire ogni forma di dissenso e di conflitto sociale, mentre la crisi
economica colpisce i diritti acquisiti e ruba il futuro alle nuove
generazioni".  "Nel giro di poche settimane- conclude la nota- e'
caduto il bluff del sindaco Alemanno e della sua giunta che si e'
inchinata agli interessi dei costruttori e della speculazione. Il Piano
casa del Campidoglio regala demanio pubblico ai privati, non blocca il
caro affitti e i mutui selvaggi, e seppellisce definitivamente ogni
idea di edilizia sociale pubblica. Anche in questo quartiere, troppi
studenti e studentesse sono ricattati da affitti da rapina e in nero
che garantiscono ai proprietari di casa enormi profitti. Oggi diciamo
basta".

FAMIGLIE SENZA CASA OCCUPANO AULA MUNICIPIO A PALERMO

Palermo, 1 ott. - Una cinquantina di persone senza casa hanno occupato
la notte scorsa Sala delle Lapidi, l'aula consiliare del municipio di
Palermo. I dimostranti sono penetrati a Palazzo delle Aquile la notte
scorsa quando si era appena conclusa, dopo la mezzanotte, una seduta
del consiglio. Si tratta dei componenti di otto famiglie sgombrate da
abitazioni di edilizia popolare dove si erano installate abusivamente
nel quartiere periferico dello Zen e di altre 21 famiglie per le quali
da oggi e' scaduto l'alloggio in albergo a spese del Comune.



USA:
INDICE MUTUI-CASA -23%; CROLLANO RIFINANZIAMENTI, -35%

ROMA, 1 OTT -
Le richieste di mutui ipotecari negli  Stati Uniti hanno segnato un
calo del 23% la scorsa settimana,  soprattutto per il crollo dei
rifinanziamenti. La componente dell'indice relativa alle domande di
rifinanziamento ha infatti segnato un ribasso del 35%, il più forte da
sei mesi a questa parte. Le richieste di mutuo per l'effettivo acquisto
di un immobile sono diminuite dell'11%    Il tasso medio su un mutuo
trentennale e' sceso leggermente  al 6,07% dal 6,09% della settimana
prima.


CASA. DI CARLO: SERVE UNA NUOVA PROROGA DEGLI SFRATTI
INCONTRO FRA ASSESSORE REGIONALE E SINDACATI INQUILINI

Roma, 30 set. -
Si e' tenuto oggi nella sede dell'assessorato alle Politiche della casa
un incontro tra le
organizzazioni sindacali degli inquilini, del Sunia,
Sicet, Uniat-Uil Confcooperative, Federcasa Confsal, Ania, Assocasa e
l'assessore Mario Di Carlo avente come oggetto la scadenza della
proroga degli sfratti per il 15 ottobre 2008. Le sigle sindacali e
l'assessore al termine della discussione hanno convenuto sulla
necessità di portare a soluzione l'annoso problema degli sfratti, non
soltanto proponendo una nuova proroga, ma garantendo l'individuazione
di idonei strumenti che permettano il passaggio di casa in casa.
L'assessore si e' inoltre impegnato a sottoporre all'attenzione del
Consiglio regionale una delibera che ripartisca i fondi in dotazione
all'assessorato in modo adeguato a risolvere i problemi urgenti legati
all'emergenza degli sfratti.

CASA. IMPRESE EDILI FALLITE, SOS 12 MILA
FAMIGLIE: RISARCITECI NEL FONDO AD HOC SOLO 20 MILIONI, MA RICHIESTE
PER 1 MILIARDO

Roma, 1 ott. - Sono più di 12mila le famiglie italiane
che hanno chiesto un risarcimento perché, dopo aver comprato una  casa
in costruzione, l'impresa che aveva l'appalto e' fallita e loro hanno
perso, in un colpo solo, casa e soldi. Per risarcirle sarebbe
necessario oltre 1miliardo di euro. Ma il Fondo ad hoc creato con il
decreto legislativo 122 del 2005 (che e' applicato solo per il 15%) non
funziona e puo' far fronte alle richieste solo con 20milioni. E' questo
il bilancio delle associazioni dei consumatori di una legge bipartisan
mai sufficientemente applicata, varata dal Parlamento nella scorsa
legislatura. Oggi Assocond Conafi, Adiconsum, Confconsumatori,
Federconsumatori e Unione tutela consumatori, in una conferenza stampa
alla Camera hanno chiesto una modifica di quel provvedimento che ne
sviluppi l'aspetto sanzionatorio e che venga avviata una campagna
informativa
sull'esistenza di tutele per chi acquista immobili in
costruzione. "In base alla legge- spiega Franco Casarano (Assocond
Conafi)- il Fondo per il risarcimento alle famiglie viene alimentato
con il 5 per mille prelevato dalle polizze fideiussorie". Che, però,
molti non sottoscrivono perché la legge "non prevede sanzioni". Ma
anche perché, come denuncia Simona Bezzi (Unione tutela consumatori),
"c'e' una parte del mondo cooperativo che induce i propri soci a
deliberare per una rinuncia a questa fideiussione". Lino Duilio,
deputato del Pd, chiama in causa "le Acli di Milano, che nella
convegnistica parlano di principi solidaristici e poi dicono
pubblicamente che loro questa legge, con cui si potrebbero aiutare
migliaia di famiglie sul lastrico, non la applicano".  Ma neanche la
campagna informativa che sarebbe dovuta andare in onda sulla Rai per
informare i consumatori delle tutele introdotte con la legge non e' mai
partita: "I fondi ci sono- spiega Fabio Picciolini (Adiconsum)- ma il
ministero dell'Economia fa un discorso farisaico chiedendo di conoscere
il rapporto costi/benefici della campagna informativa". Come se, "prima
di far partire la pubblicità progresso contro la droga, si chiedesse di
sapere con precisione quanti morti in meno ci saranno in una
settimana".


Top

Indice Comunicati

Home Page