Back

Indice Comunicati

Home Page

I PRIMI RISULTATI DELLA VERTENZA

NELLE CASE COMUNALI

I PRIMI RISULTATI DELLA VERTENZA

CONTRO L’AUMENTO DEGLI AFFITTI

 

Le assemblee del 22 e del 24 ottobre avevano messo in evidenza la rabbia, ma soprattutto lo sconcerto di molti pensionati e di molti lavoratori che conoscono le decisioni antipopolari della Regione, ma che non si aspettavano l’atteggiamento ostile dell’Amministrazione comunale.

 

La decisione di indire un presidio sotto il comune è stata la scelta giusta.

Più di un centinaio di inquilini delle case comunali Lunedì 27 ottobre si è concentrato sotto il palazzo del comune e ha chiesto a gran voce un incontro con i responsabili della città.

L’incontro alla fine c’è stato ed è stato positivo. Ecco cosa abbiamo raggiunto:

 

-         i capigruppo delle forze della maggioranza presenteranno un Ordine del Giorno per chiedere alla Regione la modifica della Legge 27 che impone gli aumenti agli assegnatari di alloggi pubblici

-         gli uffici comunali comunicheranno entro il giorno 10 novembre, ai delegati e al sindacato i dati relativi all’applicazione della legge divisi per fasce e dimostreranno che la nuova normativa verrà applicata nei limiti previsti dalla legge

-         a tutti gli inquilini verranno comunicati i dati relativi al conteggio dell’Isee Erp e al calcolo dell’affitto in modo che tutti possano verificarne l’esattezza ed eventualmente presentare i ricorsi previsti dalla legge

-         gli uffici verificheranno che gli aumenti superiori al 50% vengano dilazionati in tre anni come previsto dalla nuova normativa

-         l’assessore convocherà a breve una riunione in cui verificare la possibilità di modificare il costo convenzionale e quindi l’entità degli aumenti

-         per quanto riguarda gli arretrati si è concordato che le famiglie in difficoltà economiche potranno rivolgersi agli uffici per chiedere il dilazionamento dei conguagli

 

Abbiamo sostanzialmente ottenuto quello che chiedevamo, ma la battaglia non è finita perché ancora non abbiamo ottenuto dalla Regione la modifica della legge regionale, per cui il giorno 13 novembre saremo ancora in piazza sotto il palazzo della Regione.

 

In attesa che la legge venga modificata, presso il Sindacato sarà possibile avviare i ricorsi contro gli aumenti in tutti i casi in cui le richieste di affitto risultino non sopportabili.

 

ANCORA UNA VOLTA ABBIAMO DIMOSTRATO CHE LA LOTTA PAGA

ORA CONTINUIAMO LA MOBILITAZIONE CONTRO LA REGIONE

 

COMITATI INQUILINI                                                               UNIONE INQUILINI

CASE COMUNALI                                                                         via F.lli Bandiera 200

Sesto San Giovanni                                                                                  Sesto San Giovanni


Top

Indice Comunicati

Home Page