Back

Indice Comunicati

Home Page

Associazione LA CAPANNA - UNIONE INQUILINI

Associazione   La Capanna  - UNIONE INQUILINI    

Via  IV Novembre, 21 – 47900  - Rimini 

Tel. 0541 29085  - cell. 3470123704

 Fax   0541 1792225

e-mail: giuliano.mario@gmail.com     

www.unioneinquilini.it

www.lacapanna.eu              

Blog "La Capanna"

 (casella postale n°33 - 47900 Rimini  succursale  9)

 

Ai compagni, agli amici dell’Associazione Sindacato Unione Inquilini di tutto il territorio Nazionale, mi rivolgo alla vostra attenzione per delle circostanze nel nostro circondario Riminese, che vive una politica, e una cultura quasi da definire “Berlusconiana”. Infatti  anche se vi sono stemmi e partiti diversi, non è diversa la politica adottata sia dalla maggioranza che dall’opposizione: non si “mangiano”, non si “mordono”; tutti con la “testa nella ciotola”, magna tu che magno io.

Una  realtà, che si verifica in questo circolo di politicanti, mentre fuori vi sono tutti i guai che vive la gente, che è alle prese con lo sfratto, il mancato lavoro,  l’impoverimento economico sulle entrate nelle famiglie, una ricerca impossibile per trovare alloggi, che vanno oltre lo stipendio, per chi ce l’ha, la mancanza di case popolari, e così via. Su questo panorama molto sintetizzato, il sottoscritto vive la situazione di angoscia con i cittadini oppressi, quindi riesco a sollevare le responsabilità degli amministratori, ma essi al posto del confronto preferiscono creare imposizioni con sistemi antidemocratici violando l’art. 21 della costituzione, sulla carta stampata, boicottando le notizie di cronaca sociale, le osservazioni che facciamo come sindacato o come associazione - che sono le nostre opinioni circostanziate - e i comunicati che facciamo ai cittadini o ai pubblici amministratori attraverso i giornali. Si viene a definire un vero e proprio muro, che sarebbe imposto dai dirigenti politici locali verso i conduttori della stampa locale, nei nostri confronti.

Infatti notizie di cronaca politica che meritano risposte non trovano spazio nei giornali locali o peggio, vengono cestinati dalla redazione del giornale, con una vera e propria omissione nel dare informazione alla cittadinanza.

Da informazioni di amici giornalisti, sembra che ci sia stato da parte del Comune un specie di avviso alle redazioni dei giornali, di stare ben attenti a pubblicare il materiale proveniente dalla sede Unione Inquilini e dalla associazione La Capanna della provincia di Rimini; è un vero e proprio avvertimento per la  redazione “colpevole”, che avrebbe potuto subire la mancanza di notizie che il Comune regolarmente fornisce alle redazioni giornalistiche.

 

Quindi chiedo la vostra collaborazione: primo perchè possiate pubblicare questo episodio nel vostro sito, secondo  per un intervento della segreteria nazionale presso le redazioni dei quotidiani locali, che sarebbero IL RESTO DEL CARLINO - LA VOCE DI ROMAGNA - IL CORRIERE  DI ROMAGNA. Se non c’è la possibilità della libertà di stampa, e di un informazione ai cittadini, vuol dire che siamo tornati nell’epoca della più dura proibizione.

 

Approfittando di questo messaggio vorrei aprire una piccola parentesi;

noi tutti siamo a vivere una situazione politica, contraria alla nostra cultura sociale, ci sono dei punti da considerare:

1.      farci conoscere, in quanto molti non sanno della nostra esistenza  e quello che realmente facciamo

2.      per combattere questa politica affaristica è necessario creare strategie adatte e continuative, magari usando il sistema della propaganda, scendendo nelle piazze italiane, con banchetti, e dialogare con la gente

3.      coinvolgere gli stessi cittadini, organizzando un censimento sullo stato sociale che essi vivono, indetto dal nostro sindacato UNIONE INQUILINI

4.      fare un programma di progetti capace di dare soluzioni alternative

5.      cercare l’appoggio dei lavoratori dipendenti nei posti di lavoro

6.      creare una vera forza attiva alternativa capace di recuperare i cittadini che hanno stracciato le loro tessere dei vari sindacati, ciò significa riedificare la fiducia e le garanzie ai stessi cittadini.   

 

A voi tutti auguro  un sereno Natale e un  felice 2009  nelle vostre famiglie - mentre  politicamente ci dobbiamo augurare, che venga un nuovo governo con la capacità  di guidare il paese nel modo onesto e che faccia una politica antiburocratica, per  far sperare i disoccupati, i senza tetto, gli anziani e le famiglie bisognose, e quelli che vorrebbero una società vivibile attraverso l’uguaglianza delle masse.

Da Rimini Mario Giuliano con un abbraccio fraterno


Top

Indice Comunicati

Home Page