Contattaci Rss

Casa: “Nelle mobilitazioni dei prossimi sette giorni che si svolgono a Roma, Milano e Napoli, l’Unione Inquilini partecipa per la costruzione di coalizione sociale per il diritto alla casa e per invertire la rotta delle politiche abitative fallimentari di Governo, Regioni e Comuni.” Dichiarazione di Massimo Pasquini, Segretario Nazionale Unione Inquilini.


Unione Inquilini – Segreteria Nazionale

Via Cavour 101, Int. 4 -  00184 Roma - Tel. 0647.45.711 - Fax 06488.23.74

e mail: unioneinquilini@libero.itsito internet: www.unioneinquilini.it

 

 Roma, 14 maggio 2015

 Comunicato stampa

Casa: “Nelle mobilitazioni dei prossimi sette giorni  che si svolgono  a Roma, Milano e Napoli, l’Unione Inquilini partecipa per la costruzione di coalizione sociale per il diritto alla casa e per invertire la rotta delle politiche abitative fallimentari di Governo, Regioni e Comuni.”

Dichiarazione di Massimo Pasquini, Segretario Nazionale Unione Inquilini.

 

“Nei prossimi giorni in Italia, tra le altre, si svolgono tre mobilitazioni che interessano le principali città italiane:

a Roma oggi, giovedì 14 maggio 2015 ore 15, corteo, fino alla Prefettura,  promosso da Action con adesione e partecipazione dell’Unione Inquilini, su sfratti e politiche abitative;

a Milano, lunedì 18 maggio 2015, ore 17, in piazza della scala, presidio unitario dei sindacati per le famiglie in emergenza abitativa;

a Napoli, a venerdì 22 maggio 2015, presidio unitario dei sindacati inquilini sulla gestione del patrimonio e le politiche abitative del comune.

Si tratta di mobilitazioni che investono l’intero arco della precarietà abitativa che segnalano quanto le cosiddette politiche abitative di Governo, Regioni e Comuni siano insufficienti e inadeguate.

Il tratto distintivo deriva dal fatto che si tratta di mobilitazioni alle quali  l’unica organizzazione che partecipa a tutte è l’Unione Inquilini. Lo facciamo perché, anche in ottemperanza al recente mandato programmatico indicato dal Congresso nazionale conclusosi lo scorso 19 aprile a Livorno, l’Unione Inquilini vuole lavorare concretamente ad una “coalizione sociale per il diritto alla casa” che oggi è necessaria sia per invertire le cosiddette politiche abitative “attuate” da Governo, Regioni e Comuni, che per imporre la questione della precarietà abitativa come uno dei punti principali dell’Agenda politica, questione che al contrario è sempre più relegata ai margini della programmazione regionale e nazionale e derubricata a sola questione di ordine pubblico.

Oggi nessun sindacato o movimento o comitato può pensare di autosufficiente. L’Unione Inquilini vuole impegnarsi ad una iniziativa vasta, unitaria, capillare e popolare di connessione delle lotte per la nascita e l’unificazione di un fronte comune di quanti sono impegnati nell’affermazione del diritto alla casa senza chiedere a nessuno di rinunciare alla propria autonomia.

Con questo spirito partecipiamo a tutte le iniziative siano esse promosse dal nostro sindacato sia quando sono organizzate da altri e alle quali aderiamo.

Le iniziative di Roma, Milano e Napoli, segnalano quanto grave sia ormai la questione della precarietà abitativa che vede ad esempio almeno 70.000 sentenze di sfratto emesse ogni anno, che vede oltre 30.000 famiglie con sfratto eseguito con la forza pubblica, che vede 700.000 famiglie certificate dai comuni aventi diritto ad una casa popolare a canone sociale. “




Data notizia14.05.2015

Tessera 2019

5 x mille
Appuntamenti
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.