Contattaci Rss

Sesto San Giovanni: a partire dalle ore 18,30 di Venerdì 19 giugno, ininterrottamente fino a domenica notte PRESIDIO SULLE EMERGENZE SOCIALI a Sesto San Giovanni largo Lamarmora


COMITATO PER IL DIRITTO ALLA CASA
UNIONE INQUILINI

NO ALLA GUERRA TRA POVERI
Il diritto ad una casa deve essere garantito a tutti:
A chi ha lo sfratto perchè non riesce a pagare l’affitto, a chi vive in sovraffollamento o in condizioni non igieniche
A chi ha bisogni di una casa senza barriere architettoniche
a chi viene da Nord, da Sud, da un paese lontano
a chi è arrivato in Italia con il treno, con l’aereo, con un barcone e a chi in Italia è nato
a chi parla italiano, a chi parla in dialetto, a chi parla una lingua straniera
a chi pratica una religione, a chi non pratica nessuna religione
a chi si veste con abiti succinti, a chi si veste con abiti lunghi o con abiti tradizionali, casual, creativi
a chi è giovane, a chi è anziano, a chi è di mezza età
a chi è gentile, a chi è scorbutico
a chi è istruito, a chi non ha titoli di studio, a chi ha cultura e a chi è soltanto erudito
PERCHE’ BISOGNA GARANTIRE LA CASA A TUTTI?
PERCHE’ I SENZA CASA SONO TUTTE PERSONE
PERCHE’ TUTTE LE PERSONE HANNO DIRITTO AD UNA VITA DIGNITOSA
PERCHE’ SENZA CASA NON SI PUO’ LAVORARE, STUDIARE, RIPOSARE, LEGGERE, RIFLETTERE
PERCHE’ SENZA CASA CI SI AMMALA
PERCHE’ SENZA CASA CI SI DEGRADA FINO A CHIEDERE L’ELEMOSINA INVECE CHE DIRITTI UMANI
Allora bisogna garantire interventi capaci di affrontare l’emergenza e interventi di più lungo respiro che puntino a superare l’emergenza come molti comuni hanno fatto negli anni ’60 e ’70 quando l’emigrazione dalle regioni povere chiedeva scelte importanti  fatte di interventi immediati, ma anche di piani 167, di realizzazioni abitative popolari, di stanziamenti adeguati.
PER L’EMERGENZA si possono utilizzare le strutture pubbliche inutilizzate e le strutture private in disuso perchè gli articoli 41 e 42 della Costituzione italiana dicono che la proprietà privata è tale solo se garantisce anche l’interesse pubblico.
Gli interventi di emergenza però devono restare tali, per cui immediatamente bisogna pensare a come superare la precarietà garantendo a tutti un alloggio dignitoso; per questo è importante predisporre un
PIANO CASA che parta dalle risorse disponibili secondo una graduatoria di priorità e che si ponga l’obiettivo di cercare risorse con vertenze specifiche nei confronti della Regione e del Governo centrale, coalizzando i comuni che si trovano nelle stesse situazioni, combattendo le opere inutili e gli sprechi di denaro pubblico.
Come Sindacato Unione Inquilini siamo sempre stati disponibili e lo saremo ancora sia per trovare soluzioni immediate, sia per progettare interventi di più ampio respiro e chiediamo agli amministratori della città scelte coraggiose che abbiano l’obiettivo di risolvere il problema, non pannicelli caldi che puntano solo a mascherare la drammaticità della situazione. O si fanno scelte controcorrente o a decidere le politiche nazionali e comunali saranno ancora una volta la banche e le finanziarie che chiaramente fanno gli interessi delle classi ricche non certamente quelle delle classi meno abbienti.

COMITATO PER IL DIRITTO ALLA CASA
UNIONE INQUILINI
via F.lli Bandiera 200
Sesto San Giovanni



Data notizia19.06.2015

Tessera 2017

5 x mille
Appuntamenti
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.