Contattaci Rss

Seconda risposta alla signora deputata Lombardi m5s : nel merito dell’accordo ENASARCO puntualizziamo ancora sulle tutele


Seconda risposta alla signora deputata Lombardi m5s :
nel merito dell'accordo ENASARCO puntualizziamo ancora sulle tutele:

a)    si tratta di un accordo del 2008 che è stato siglato nella totale assenza di leggi dello stato che intervenissero nel comparto degli enti privatizzati;
b) abbiamo firmato quell'accordo in primis per le tutele che abbiamo ottenuto con le lotte degli inquilini ricordando che all'epoca nessun politico ha di fatto mosso un dito per modificare la legislazione vigente;
c) come sa bene la signora deputata lombardi gli enti previdenziali privatizzati sono pubblici per quanto riguarda l'interesse pubblico che è quello dell'ambito previdenziale mentre la gestione è assolutamente privatistica, tanto che come sa bene, in ultimo fino ad una sentenza del consiglio di stato, tutte le richieste di intervento di magistrati sono fallite miseramente;
d) ad oggi nessuno dei parlamentari che dal 2008, compresa la signora deputata lombardi, che si sono fatti belli in interventi infuocati nelle assemblee ha poi mai presentato una proposta di legge che intervenisse in merito, di fatto hanno solo fatto passerella;
e) l'accordo del 2008 prevede fra le tutele che l'alloggio non acquistato dall'inquilino non sia venduto a terzi ma resti all'ente, e all'inquilino viene rinnovato il contratto con i valori fissati dall'accordo sui canoni del 2007, ricordiamo che nelle vendite per alloggi di enti previdenziali pubblici la legge parlava di vendita all'asta dell'alloggio non acquistato o meglio optato, e questo ha comportato che ben 13.000 famiglie che non acquistarono l'alloggio si sono trovati con altro proprietario e uno sfratto;
f) l'accordo con l'enasarco del 2008 è stato successivamente modificato e tra le tutele è stato inserito per gli anziani il diritto di abitazione mentre il diritto all'acquisto dell'usufrutto era stato già inserito nell'accordo. In nessuna vendita di alloggi di enti privatizzati o di grandi proprietà private esiste tale diritto;
g) per quanto riguarda il prezzo di vendita l'accordo prevede che l'enasarco lo individui tra il minimo e il medio dei valori dell'osservatorio immobiliare presso l'agenzia del territorio (ente pubblico non gabetti) a quel prezzo veniva applicato uno sconto del 37%, altro che prezzi di mercato al massimo come sovente in maniera ardita ha commentato la signora deputata lombardi;
h) in nessun ente privatizzato ( vedi ad esempio cassa ragionieri ) si sono applicate modalità di determinazione del valore degli immobili neanche lontanamente paragonabili con l'enasarco, infatti sia enti privatizzati che grandi proprietà immobiliari hanno applicato prezzi pieni di mercato pieno.
i) visto l'ardore messo contro l'accordo enasarco sfidiamo la signora deputata m5s a dimostrare dove e in quale vendita di grandi proprietà private e di enti privatizzati sono state previste tutele e prezzi paragonabili a quelli previsti dall'accordo enasarco;
l) infine ma non di minore conto se la signora deputata m5s ritiene che l'unione inquilini abbia per " rapporto incestuoso" con enasarco firmato l'accordo, sappia che noi abbiamo contrastato con manifestazioni la vendita ma a causa del fatto che il parlamento non ha disposto nessuna legge su come si devono regolamentare le vendite se un ente privatizzato o un grande proprietario decidono di vendere non c'è nessuna legge vigente che eviti questo o regolamenti queste vendite. Semmai con l'accordo abbiamo consentito a 15.000 famiglie di comprare ovvero di rimanere a vivere nell'alloggio in cui abitano con lo stesso affitto del 2007.
Signora deputata lombardi la sfidiamo: ci citi una sola vendita immobiliare di grandi proporzioni e non derivante da accordi sindacali, dove si sono avute tutele migliori per i non acquirenti, che è il nostro scopo prioritario nel firmare accordi. 
m) se la signora deputata lombardi esponente di un gruppo parlamentare nazionale di notevole consistenza avesse presentato una proposta di legge a garanzia degli inquilini, invece di produrre sterili interrogazioni e interpellanze, e il suo gruppo avesse proposto di avviare l'iter della sua proposta di legge oggi forse saremmo più avanti invece; ha scelto le insinuazioni nei confronti dell'unione inquilini,
n) infine cosa c'è di non trasparente nell'assistere nel rogito, ovvero un atto pubblico, con il presidente dell'enasarco, trattato alla stregua degli altri inquilini e che ha pagato il servizio tanto quanto hanno pagato gli altri inquilini, e del quale possiamo produrre ricevuta a seguito di apposito codice di autoregolamentazione firmato dall'unione inquilini che probabilmente la signora depuitata neanche conosce o sceglie di non citare per portare avanti una gratuita diffamazione;

Invitiamo pertanto formalmente la signora deputata lombardi a ritrattare le fandonie dette e scritte sull'unione inquilini..........

 

Massimo Pasquini

 

 




Data notizia11.04.2016

Tessera 2018

5 x mille
Dalle Sedi
23.02.2018 - Firenze:  ERP Firenze - Casa Spa invia lettera che sollecita compilazione ISEE a 12.000 assegnatari. Protesta dell’Unione Inquilini: una indebita interferenza sulla formazione della prossima legge quadro sull’ERP Toscana. Un danno per la coesione sociale . Allegati. 23.02.2018 - Firenze:  ore 21 circolo arci Via delle Porte nuove 33, Firenze: Casa, emergenza sociale, anche in Toscana. 23.02.2018 - Roma:  Unione Inquilini Primavalle: i candidati della Regione Lazio a confronto sulle politiche abitative - venerdì 23 febbraio 2018 ore 17 . piazza S. Zaccaria Papa, Primavalle. 17.02.2018 - Sesto San Giovanni:  "Costituzione, nessuno escluso": presso la Casa Rossa Rossa, in Via Sacco e Vanzetti. 17.02.2018 - Roma:  ore 15.30. - incontro promosso da UI Roma e Lazio con i candidati alle elezioni regionali. Via Tor de Schiavi 101 - Roma 06.02.2018 - Firenze:  Case popolari, il Tar stoppa il Comune: no alla vendita degli alloggi in via dei Pepi 01.02.2018 - Milano:  comunicato stampa unitario sul mancato rinnovo da parte del Comune di Milano dell’ accordo del 2012 che riduceva gli affitti nelle case comunali e manteneva il contributo sulle spese di 5,16 euro al metro quadro all’anno ( appartamento 50 metri contributo annuo di 5,16 x 50) per gli inquilini della area più bassa. Si tratta di circa 25000 inquilini interessati 31.01.2018 - Firenze:  Incontri e note UI Firenze sui numeri del dramma casa, lavoro, emarginazione. La svolta necessaria da dove verrà?
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.