Contattaci Rss

Firenze: Nardella promette 1000 nuove case popolari entro il 2019! Bufale, bufalette e qualcosa di peggio!


Nardella promette 1000
nuove case popolari entro il 2019!

Bufale, bufalette e qualcosa di peggio!

http://www.intoscana.it/site/it/articolo/Firenze-Nardella-promette-mille-nuove-case-popolari-entro-il-2019/

 e http://www.nove.firenze.it/a-firenze-case-di-legno-ad-energia-quasi-zero.htm

La bufala è sulle “nuove” case popolari. I numeri veri stanno nel Quinto rapporto sulla condizione abitativa in Toscana (http://www.regione.toscana.it/osservatoriosocialeregionale).

File -  http://www.regione.toscana.it/documents/10180/13844663/V+rapp+cond+abitativa.pdf/66665d21-a0ee-4802-bf30-bf8bb09f7d90

Per l’intera area fiorentina ecco i dati (pag 93 - distribuzione dei fabbricati ERP per anno di costruzione). Tra il 2010 e il 2015 sono state realizzate solo 27 nuove costruzioni pari a 2,3% del totale! Per l’intera Toscana il trend è allucinante: “ Ai 5.926 fabbricati che compongono il patrimonio ERP in Toscana corrispondono 49.529 unita immobiliari (tabella 6.5), 167 in più rispetto al dato rilevato a fine 2014 (49.361). “ Sic!

Ma allora da dove provengono gli altri alloggi assegnati in questi anni di magra? Dalla cosiddetta “risulta” cioè da alloggi svuotati al 95% per cause naturali (i decessi di anziani assegnatari) e per meno del 5% per decadenze dall’assegnazione. Disponibili tutti? La gran parte dopo interventi di recupero abitativo finanziati dai residui fondi ex Gescal riallocati a tale scopo da alcune leggi di iniziativa governativa, mentre per la manutenzione straordinaria e ordinaria degli alloggi abitati dagli assegnatari si impiegano parte dei proventi dai pregressi piani di vendita ex legge 560/93, cioè si fa tutto e pochissimo sempre e soltanto ricavando qualche risorsa dal sistema ERP realizzato.

Per l’area fiorentina per queste e altre notizie è parzialmente utilizzabile http://www.casaspa.it/jfisso.asp - portale della società di gestione ERP operante con  contratto di servizio dell’ambito L.O.D.E. fiorentina.

Dettaglio: nel quinquennio 2009-2013 sono stati recuperati 732 alloggi, media anno 146 con punte elevate nel primo biennio e crolli in anni successivi per esaurimento finanziamenti statali/regionali. Nel quinquennio successivo 2014-2018 il trend potrebbe oscillare su valori medi inferioris a 150/anno. Con le nuove costruzioni previste non si andrà oltre ad una media di 250 alloggi/anno a meno che non si affronti seriamente il recupero alloggiativo di grandi caserme dismesse, superando le posizioni ostative emerse nel caso Lupi di Toscana!

Resta da dire parecchio sulla domanda: il bando 2016 on-line ha registrato 2735 richiedenti; moltissimi, se si considera che da qualsiasi punteggio erano esclusi dalla nuova legge regionale i nuclei con morosità anche incolpevole, cioè il 90% degli sfrattati.

Note conclusive:

·         Senza la resulta l’offerta di ERP, ridotta ai minimi termini, è largamente insufficiente rispetto all’acutezza della domanda; intenzione dei soggetti amministrativi dominanti (comuni e regione) è di incrementare la stessa resulta tramite un flusso cospicuo di decadenze per superamento del reddito applicando una devastante legge regionale (L.41/2015 – la cosiddetta legge “Saccardi”); tale scenario, non reso pubblico dal sindaco Nardella, è in atto con parecchie centinaia di lettere fortemente intimidatorie inviate da Casa Spa ad altrettanti assegnatari con oggetto: “mantenimento requisito di assegnazione – richiesta attestazione ISEE”.

·         Mentre svapora totalmente ogni investimento non proveniente dall’ERP esistente ci sarebbe tanto da dire sulla potenziale disgregazione dell’equilibrio sociale ed economico di tale comparto derivante dalle possibile modifiche dell’insediamento sociale. Di questo se ne tratterà in altra nota.

-----------

Nota a cura di UI – Firenze. 3 gennaio 2017. Red. Via dei Pilastri 41 r, firenze@unioneinquilini.it

 




Data notizia03.01.2017

Notizie correlate
Tessera 2018

5 x mille
Appuntamenti
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.