Contattaci Rss

Firenze: Una ricostruzione da non perdere: "Somalìade, ovvero essere profughi somali a Firenze", da meditare.


Somalìade, ovvero essere profughi somali a Firenze

di 

​Alessandro De Angeli​

Tutto previsto. Effetto collaterale di una banale storia di indifferenza e cinismo istituzionale. E qualcosa di molto oltre il disagio nel sentire il cordoglio istituzionale del giorno dopo, quello di chi sta all’origine della tragedia. Senza nessuna autocritica.

Su tutto il territorio nazionale la questione dei rifugiati è affrontata con la stessa indifferenza da anni, e la tragedia di Sesto fa capire quanto non esista veramente un modello Toscano dell’accoglienza.

I rifugiati somali dell’ex Aiazzone non sono arrivati ieri, né tre mesi fa, né un anno fa. Sono dieci anni e più che...




Data notizia28.01.2017

Notizie correlate
Tessera 2020

5 x mille
Appuntamenti
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.