Contattaci Rss

Roma: Comunicato Stampa/Unione Inquilini: “Il sindaco Raggi ha promesso di nominare l’assessore alla casa? Martedì saremo in campidoglio per chiederle conto di queste ed altre promesse fatte. La giunta finora si è limitata all’ordinaria amministrazione, è ora che cominci a fare politica”.


Apprendiamo dalla stampa, che il Sindaco Raggi avrebbe intenzione di annunciare a breve la nomina di un Assessore alla casa.

Meglio tardi che mai, verrebbe da aggiungere… se non fossimo già rimasti scottati da otto mesi di promesse mancate e di mezzi annunci!

Prendiamo atto che, per il Sindaco, l’incarico è provvisoriamente affidato all’assessore al Patrimonio Mazzillo, anche se ciò non è ufficialmente comprovato da atti formali.

In questi mesi Mazzillo in realtà non ha fatto l’assessore, ma si è limitato a svolgere un lavoro amministrativo e burocratico: non ha ancora rinnovato i contratti delle case comunali oggetto dello  scandalo di “affittopoli”, non ha convocato le parti per il rinnovo dell’accordo territoriale sul “canone concordato”; soprattutto, ha lasciato senza risposta la richiesta di avviare un piano straordinario di edilizia popolare, come da noi più volte richiesto, per superare non solo a parole la cosiddetta “emergenza abitativa” e il sistema dei residence.

Finora il comune non ha dato indicazioni politiche di alcun tipo e, per di più, ha ignorato le nostre richieste di incontro.

Sarà la città a chiedere conto delle promesse del sindaco: martedì pomeriggio abbiamo convocato una manifestazione cittadina e saremo in campidoglio con gli sfrattati e i precari della casa per chiedere un confronto con il sindaco e il consiglio comunale.

Ci aspettiamo un interlocuzione politica che in questi mesi è totalmente mancata, speriamo che il sindaco abbia intenzione di invertire la rotta e di dare ascolto alle richieste dei cittadini.

 

La Segreteria dell’Unione Inquilini di Roma

Cell. 329.62.10.216




Data notizia09.03.2017

Tessera 2019

5 x mille
Appuntamenti
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.