Contattaci Rss

Che sta succedendo?


Nel Governo Gentiloni corpose componenti tentano di consolidarsi a prescindere da Matteo Renzi, e per questo si ritrovano con altri centrosinistri il 1 luglio a Roma in P.za S.S. Apostoli;  Renzi reagisce con il raduno di Milano  al Teatro Linear il 30 giugno e 1 luglio.

Passiamo ai fatti: da un mese si erano concentrati in una miscela tossica la crisi delle acciaierie, il crac Alitalia, la minacciosa manifestazione dei professioni, il panico bancario. Il Governo ha osato l’impensabile con la cessione gratuita della parte buona delle banche venete a Banca Intesa; con l’Alitalia ha preso tempo impostando una pressante campagna di sostegno mediatico al “Vola lontano con Alitalia”; ha malamente rinviato l’Ilva ad una controversa ristrutturazione privata; e in queste ore sta riutilizzando l’ Istat per narcotizzare la percezione della crisi sociale.

Tutto facile? L’affanno è acutissimo, con la batosta del PD alla recenti comunali e i mega sbarchi dei migranti; siamo ancora come sospesi. E’ un paese l’Italia che galleggia in una estate nervosa ma anche con una gran voglia di tirare il fiato.

Insomma, se la strategia è inesistente e la tattica abborracciata, con la tenace repulsione delle consorterie a qualsiasi svolta, si vive ancora …. alla meno peggio?.

Mi domando però: è solo questo il futuro? In un compost di assestamenti nei quali ci si ripara – per chi può e sono ancora tanti - mentre altrettanti vivono male o malissimo? Davvero si pensa che il non voto, che si congiunge a chi si esprime contro, sia solo per mettersi da parte?

Ecco, tutto questo riguarda l’Italia e tanta parte dell’intero pianeta che ribolle.  

Vorrei dire altro, che non è disperante, anzi!

Altro è impossessarsi del buon progresso, del lavoro liberato, dell’energia governata, dei beni prodotti per tutti; non rivoltare il mondo,  non con delle catastrofi palingenetiche che abbiamo scansato da decenni ma neppure con le quisquilie di un inane riformismo.

Non so quali le formule, certo non quelle dei furbacchioni che in queste ore vogliono ripresentarsi a Milano e a Roma. Chiaro?!

 

Ciao, Montanari!

 

 

 

Firenze, 30 giugno 2017. VS.  




Data notizia30.06.2017

Notizie correlate
Tessera 2018

5 x mille
Dalle Sedi
23.02.2018 - Firenze:  ERP Firenze - Casa Spa invia lettera che sollecita compilazione ISEE a 12.000 assegnatari. Protesta dell’Unione Inquilini: una indebita interferenza sulla formazione della prossima legge quadro sull’ERP Toscana. Un danno per la coesione sociale . Allegati. 23.02.2018 - Firenze:  ore 21 circolo arci Via delle Porte nuove 33, Firenze: Casa, emergenza sociale, anche in Toscana. 23.02.2018 - Roma:  Unione Inquilini Primavalle: i candidati della Regione Lazio a confronto sulle politiche abitative - venerdì 23 febbraio 2018 ore 17 . piazza S. Zaccaria Papa, Primavalle. 17.02.2018 - Sesto San Giovanni:  "Costituzione, nessuno escluso": presso la Casa Rossa Rossa, in Via Sacco e Vanzetti. 17.02.2018 - Roma:  ore 15.30. - incontro promosso da UI Roma e Lazio con i candidati alle elezioni regionali. Via Tor de Schiavi 101 - Roma 06.02.2018 - Firenze:  Case popolari, il Tar stoppa il Comune: no alla vendita degli alloggi in via dei Pepi 01.02.2018 - Milano:  comunicato stampa unitario sul mancato rinnovo da parte del Comune di Milano dell’ accordo del 2012 che riduceva gli affitti nelle case comunali e manteneva il contributo sulle spese di 5,16 euro al metro quadro all’anno ( appartamento 50 metri contributo annuo di 5,16 x 50) per gli inquilini della area più bassa. Si tratta di circa 25000 inquilini interessati 31.01.2018 - Firenze:  Incontri e note UI Firenze sui numeri del dramma casa, lavoro, emarginazione. La svolta necessaria da dove verrà?
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.