Contattaci Rss

Bergamo: ASSEMBLEA DEGLI INQUILINI DELLE CASE POPOLARI DI VIA LUZZATTI. LOTTA ECONOMICA E MUTUALISMO: VERTENZA PER AFFITTO RIBASSATO E PER MANUTENZIONI, DISTRIBUZIONE GRATUITA ORTO-FRUTTA ALLE FAMIGLIE POVERE.


 

Oltre 70 inquilini delle case popolari di via Luzzatti civici 7-53, nel quartiere della Malpensata, sono intervenuti nel pomeriggio di ieri alla assemblea indetta dall’Unione Inquilini, insieme al Comitato degli inquilini, per discutere dei gravi problemi che coinvolgono la vita delle circa 150 famiglie che abitano nel caseggiato.

Ricordiamo che il problema più grave erano gli aumenti incontrollati delle spese condominiali. Infatti causa di errori per due anni consecutivi (2014 e 2015) ALER non aveva riscosso le spese per il servizio di erogazione del riscaldamento. Quando, nel mese di aprile del 2017, l’Azienda si era accorta dell’errore, aveva richiesto il pagamento delle spese che non aveva riscosso, addebitandole attraverso i bollettini dell’affitto: una cifra altissima pari a circa € 112.160,00 che ancora gli inquilini stanno pagando. 
Gli Assegnatari esasperati avevano deciso una manifestazione che si era tenuta davanti agli uffici di ALER, venerdi 26 maggio. Dopo la lunga trattativa, gli attivisti di Unione Inquilini sembrano aver raggiunto un accordo con ALER: le famiglie che non riescono a sostenere i bollettini, sono autorizzate dall'Aler ad una riduzione fino a 50 euro.
Rimangono ancora tanti problemi non risolti che affronteremo nell’incontro con il nuovo Direttore generale venerdì 28 luglio. Infatti il grande e antico caseggiato di via Luzzatti richiede interventi di manutenzione straordinari di efficentamento energetico (cambio serramenti, sostituzione caldaia e tubature) e di sistemazione delle strutture vetuste (terrazzi cadenti, sostituzione griglie, cancello di ingresso, ecc..) che permetterebbero di migliorare la condizione di vita di tante famiglie.
La riunione è terminata con la distribuzione gratuita, organizzata dal Comitato inquilini di via Luzzatti, di prodotti ortofrutticoli alle famiglie povere del caseggiato. I prodotti alimentari sono stati generosamente forniti dal Gruppo di Acquisto Popolare del lodigiano (GAP) con cui Unione Inquilini intrattiene da anni rapporti intensi di collaborazione. Tante famiglie povere, in gravi difficoltà economiche, hanno potuto così rifornirsi gratuitamente di prodotti agricoli coltivati con tecniche biologiche nell’orto sociale di Lodi. La distribuzione è stata salutata è stata vissuta come una grande festa.
La giornata di ieri ci ha insegnato tanto. Il mutualismo, attraverso l’autorganizzazione degli stessi ceti popolari, fuori da ogni forma caritatevole, permette di ricostruire rapporti di solidarietà che poi diventano essenziali per rendere efficienti lotte e vertenze economiche. Infatti la solidarietà di mutuo-soccorso permette ai ceti popolari, divisi e contrapposti dalla crisi economica e dalle politiche di austerità del governo, di ricostruire una unità basata sul riconoscimento di medesimi interessi e bisogni. La vertenzialità economica consolida la solidarietà di classe e permetterà di lottare con più forza per ottenere condizioni materiali di vita migliori.




Data notizia26.07.2017

Notizie correlate
Tessera 2018

5 x mille
Appuntamenti
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.