Contattaci Rss

Italia – lo stato delle cose nell’ ottobre del ‘17


Le cifre sul PIL, occupazione, consumi, export, indebitamento, crediti deteriorati, risparmio, povertà, alloggi, immigrazione, professioni, investimenti, imprese, delineano lo stato delle cose.

 

In sintesi: i poveri stanno peggio e l’odio è diffuso; i consumi non crescono, crescono i prezzi di frutta, verdura, pane e companatico, l’export non compensa la decrescita interna, le banche sono sempre sull’orlo del dissesto finale, il risparmio per milioni di anziani sparagnini è scremato per pagare badanti e bollette truffaldine, gli affari vanno male per gran parte dei professionisti, curarsi è oneroso e dopo una certa età devi morire, e la precarietà è una metastasi.

 

Tutto il consolidato (casa in proprietà, risparmi, accantonamenti da tfr) è sotto tiro da un sistema composto da iene e avvoltoi, che annusano la ciccia che ancora resta nel corpaccio del popolo italiano.

 

Tutto così? C’è anche chi si ne impippa, spende, ruba, accumula, intrallazza, rampante, cinico, illegale sempre; non poca cosa, non poca gente, che sculetta, si gonfia, ostenta il lusso, profumi e gioielli, compra e cambia, macchè austerità, ma non guardate gli spot? Insultanti.

 

Giovani, che si dice di loro? Un mucchio di scemenze, c’è chi li compiange, chi li blandisce, gli erasmus, gli stage, il cucutio di buona famiglia che si specializza, quelli della Luiss, quelli della Bocconi, i fasulli montiani, le seghitiche faccine degli opinionisti. Ma chi si ribella viene manganellato.

 

E tutto pare  ine-vi-ta-bi-le. Macchè politica industriale, macchè impiego produttivo dello stesso risparmio diffuso; vai in banca, ti offrono  sconcezze a meno zero virgola. Ti fregano. Vischioso, non c’è speranza, tutto arroccato in una tiepida melma. E i numeri verdi?! La rabbia di pochi attimi e poi si va a tavola.

 

Che fare? Sfasciare? Che cosa? Proporre ma con che forza, e con che tecnica, e con quale tempistica?

 

Pensieri…

 

V. Simoni. 9 ottobre 2017




Data notizia09.10.2017

Notizie correlate
Tessera 2018

5 x mille
Dalle Sedi
23.02.2018 - Firenze:  ore 21 circolo arci Via delle Porte nuove 33, Firenze: Casa, emergenza sociale, anche in Toscana. 23.02.2018 - Roma:  Unione Inquilini Primavalle: i candidati della Regione Lazio a confronto sulle politiche abitative - venerdì 23 febbraio 2018 ore 17 . piazza S. Zaccaria Papa, Primavalle. 17.02.2018 - Sesto San Giovanni:  "Costituzione, nessuno escluso": presso la Casa Rossa Rossa, in Via Sacco e Vanzetti. 17.02.2018 - Roma:  ore 15.30. - incontro promosso da UI Roma e Lazio con i candidati alle elezioni regionali. Via Tor de Schiavi 101 - Roma 06.02.2018 - Firenze:  Case popolari, il Tar stoppa il Comune: no alla vendita degli alloggi in via dei Pepi 01.02.2018 - Milano:  comunicato stampa unitario sul mancato rinnovo da parte del Comune di Milano dell’ accordo del 2012 che riduceva gli affitti nelle case comunali e manteneva il contributo sulle spese di 5,16 euro al metro quadro all’anno ( appartamento 50 metri contributo annuo di 5,16 x 50) per gli inquilini della area più bassa. Si tratta di circa 25000 inquilini interessati 31.01.2018 - Firenze:  Incontri e note UI Firenze sui numeri del dramma casa, lavoro, emarginazione. La svolta necessaria da dove verrà? 25.01.2018 - Roma:  Comunicato stampa della federazione romana dell’Unione Inquilini in merito all’acclarato ufficialmente fallimento del bando per la ricerca di 800 alloggi per la fuoriuscita delle famiglie dai CAAT ( ovvero i residence che costano 30 milioni l’anno)
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.