Contattaci Rss

Appunti di Natale


Truppe italiane nel Niger, perché no!

 

 Probabili ritorsioni nel nostro paese – finora scansate per aver evitato l’impegno militare attivo in Libia ma anche in Iraq. O c’è chi lo ammette per infami disegni di politica interna?

E’ un impegno che affianca quello francese, che reitera un colonialismo mai soppresso.

 

Alternativa necessaria, l’ONU, scontando però fattori negativi quasi insuperabili se non con una svolta radicale che rilanci il socialismo panarabo e panafricano.

Vuol dire solidarietà tra stati governati diversamente.

Insomma, nel Niger nessun militare “bianco”, nessun “crociato” e neppure la “caritas” dalle mani pelose.

Africani, anche soldati, ma a sostegno di stati rifondati.

Questa è l’unica “prospettiva”, e va assunta oggi. Da chi? Dalla sinistra sociale, dalla sinistra politica, dalla sinistra sindacale, dalla sinistra ambientale, in un rifondato social forum mondiale (1). Quale il ruolo delle componenti occidentali? Non secondario nella chiarezza nei rapporti, ed anche con finanziamenti mirati che favoriscano la riemersione dell’alternativa araba e africana.

Uso ancora il termine “sinistra”, per intendere ben altro: ripenso al migliore socialismo democratico e al tenace comunismo libertario che riemergono entrambi dal profondo della storia viva non solo europea. Insomma verso una diversa “internazionale”.

 

Vincenzo Simoni – Firenze, 25 dicembre 2017.

 

(1)                www.alliancesud.ch/it/politica/agenda-2030/altri-temi/fsm-tematico-2018-salvador-de-bahia

 

Dal 13 al 18 marzo 2018 si terrà un Forum sociale mondiale (FSM) a Salvador de Bahia. La decisione è stata presa da un collettivo organizzativo brasiliano del FSM. Il futuro del FSM globale rimane in sospeso

 

(Red. www.unioneinquilini.it)

 

 




Data notizia25.12.2017

Notizie correlate
Tessera 2018

5 x mille
Appuntamenti
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.