Contattaci Rss

Firenze: Incontri e note UI Firenze sui numeri del dramma casa, lavoro, emarginazione. La svolta necessaria da dove verrà?


Case popolari, ruolo dei sindacati, gestione degli sfratti, risorse alloggiative, servizi sociali.

Due note dell’ UI Firenze – dicembre 2017 - gennaio  2018. 

 

1.          Questioni esposte all’ass. Sara Funaro  nell’incontro del 27 dicembre 2017.

·             “Riforma” dell’ERP: conseguenze delle normative sulla stabilità abitativa degli assegnatari (allegato note critiche UI con proposte alternative alla legge 41/2015 e alla proposta di nuova normativa della Giunta Regionale della Toscana)

·             Ruolo dei sindacati in rapporto al servizio casa – inconsistente e addirittura umiliante (descrizione sulle riunioni periodiche e casi esemplari: il sostegno UI a certi casi  va a loro danno); ostilità nei nostri confronti

·             Informazioni carenti: non fornito elenco assegnazioni ordinarie e in emergenza; non sono aggiornati gli elenchi di disponibilità alloggiativa di resulta.

·             Procedure per accesso all’ERP, alla mobilità, al contributo affitto. Dalle domande on line enormi difficoltà per l’utenza, esigenza di un servizio casa pubblico al servizio dei richiedenti, non scaricando tutto sul terzo settore o sui sindacati casa.

·             Gestione sfratti: commissione provinciale ininfluente, non collaborazione da uff. giudiziari e prefettura, non presenza dell’assessore o suoi delegati a sfratti anche a quelli con soluzioni già prospettate: necessità di questa presenza.

·             Check up sulla attivazione del REI (reddito di inclusione contro la povertà).

Esito dell’incontro: apprezzate dalla delegazione dell’UI le assicurazioni dell’assessore su nuovi rapporti con  i sindacati inquilini.

 

2.              31 gennaio 2018 - sulla riunione della Commissione ERP-Mobilità-Emergenza

 L’Unione Inquilini ha preso atto con preoccupazione delle scarse risorse abitative aggiuntive (solo un centinaio di nuovi alloggi per fine 2018 - inizio 2019) ma ha richiesto l’evidenza delle disponibilità di alloggi di resulta, specificandone la collocazione e dimensione abitativa. Verrà effettuata. Richiesta ulteriore: sulla base delle disponibilità complessive elaborare un piano di utilizzazione (quante per mobilità, quante al bando, quanto all’emergenza: accettato). Insufficiente la riserva per l’emergenza, per la normativa da modificare in sede regionale. Acquisite alcune informazioni sull’impegno dei servizi sociali in tutto il Comune di Firenze: tra anziani, in condizioni emarginanti, i senza casa e senza lavoro e i nuclei con gravi problemi famigliari, sono oltre 12.000 soggetti  attualmente in “carico” ai servizi sociali! A questi si aggiungono le pratiche per il REI (reddito di inclusione sociale): solo nel primo mese oltre 600 richiedenti! Nostre deduzioni: la gravità e i numeri del bisogno sono impressionanti e richiedono una svolta drastica che per ora non si vede, stante anche il critico quadro politico.

Apprezzamento dell’UI per l’impegno degli assistenti sociali che sono in prima linea.

 Verificata l’entità del bisogno e la criticità delle disponibilità, quale e da chi un programma di svolta?

 

Nota a cura della Segr. Prov.Unione inquilini di Firenze. 31 gennaio 2018.




Data notizia31.01.2018

Notizie correlate
Tessera 2018

5 x mille
Appuntamenti
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.