Contattaci Rss

Da subito una aspra quotidianità


Avete visto l'accampamento dalle parti di Rosarno? Ma come ci si vive? Dove l'acqua corrente, dove le fognature, da dove la luce elettrica? Non è solo sfruttamento, non è solo schema economico dei classici: è disgustoso.

E la giustizia, con quale spada, con quale bilancia! Altro che rispetto per le sentenze! Dal rigetto a Torino della causa collettiva dei giovani trasportatori in bici, al il rigetto a Pomigliano dei reintegro dei lavoratori FCA (Marchionne); è la disperazione di chi vede il vuoto.

Se questa è la legge, non è nemmeno bendata, ci vede benissimo.

Di Maio ha incontrato i ryder romani e ieri è tornato precipitosamente a Pomigliano, al fianco di chi stava per darsi fuoco. Ma per far che cosa? E quando?

Chi ci protegge dall'ingiustizia, dove la dignità, dove i principi? E soprattutto, quale il sostegno materiale per chi rischia la dissoluzione famigliare?

Non c'è tempo per le cavolate nel gran piano fiscale; urge ben altro: una colossale aspra quotidianità.

 

Integrazione: con lo stesso arido segno di classe sono i moduli giudiziari che vengono confezionati nei nostri confronti, contro chi sta al fianco dei senza casa e degli sfrattati: una opprimente inversione della scala di valori.

 

V. Simoni - 7 giugno 2018.

 

 




Data notizia07.06.2018

Notizie correlate
Tessera 2018

5 x mille
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.