Contattaci Rss

Roma: Abbiamo abbandonato il tavolo convocato stamane dall’assessore alle politiche abitative del Comune di Roma Rosalba Castiglione, di cui chiediamo le dimissioni immediate". Così, in una nota, i sindacati e i movimenti per il diritto all’abitare. Allegati: comunicati, commenti, documentazione ufficiale.


UNIONE INQUILINI di Roma

Via Cavour, 101 - 00184 Roma

Tel. 06/47.45.711 - fax. 06/488.23.74

e-mail: roma@unioneinquilini.it - facebook: unione inquilini roma -

sito unioneinquiliniroma.it

 


 

Questo è il comunicato unitario di ieri (nostro, di sunia, sicet, uniat, cgil e movimenti):

"Roma, 12 LUG - "Abbiamo abbandonato il tavolo convocato stamane dall'assessore alle politiche abitative del Comune di Roma Rosalba Castiglione, di cui chiediamo le dimissioni immediate". Così, in una nota, i sindacati e i movimenti per il diritto all'abitare

"La giunta 5 stelle - continuano - si dimostra incapace di amministrare la città, preferendo continuare a fare una propaganda sterile e arrogante. E' un atteggiamento irresponsabile che come forze sociali abbiamo deciso di sottolineare uscendo dall'assessorato. Mesi di lavoro e di impegno sono risultati del tutto inutili. Speravamo di poter giungere a un documento condiviso con Comune e Regione per mettere mano ai problemi abitativi di Roma e invece l'indisponibilità al dialogo dell'assessore ha vanificato i nostri sforzi. Come 'aggregato anomalo' sindacati, associazioni di categoria, studenti, movimenti per il diritto all'abitare e per la rigenerazione urbana, risponderemo ora con tutte le forme democratiche di mobilitazione e di protesta consentite, nessuna esclusa. Allo stesso tempo chiediamo alla Regione Lazio un confronto immediato per dare risposte concrete a chi vive da troppi anni in condizione di disagio e sofferenza".

 Questo è invece il  comunicato dell'Unione Inquilini-Roma del 13 luglio 2018. :

UNIONE INQUILINI, CASA: FINITA AFFITTOPOLI, INIZIA L'EPOCA DEI POTERI FORTI

 13 luglio 2018 - "Un nuovo proclama ieri è stato annunciato dalla Sindaca Raggi e dalla Assessora Castiglione:"Scroccopoli è finita". Purtroppo inizia una nuova era, aggiungiamo noi: quella dei Poteri forti. - Dichiara Fabrizio Ragucci segretario Roma dell'unione inquilini - "L'amministrazione a cinque stelle continua, in nome delle legalità, a permettere solamente ai più ricchi la possibilità di vivere in questa città."

 "L'unione inquilini ha denunciato per anni l'utilizzo del Patrimonio in maniera scellerata da parte delle passate amministrazioni che non hanno mai regolarizzato il sistema di assegnazioni e i canoni di utilizzo degli immobili comunali, ora a poterne beneficiare saranno solo i ricchi." - Prosegue Ragucci-"La Sindaca Raggi con l'unico scopo di fare cassa affossa l'accordo firmato con l'ex vicesindaco Nieri sui canoni che prevedeva i prezzi dell'affitto rapportato al reddito. Una misura che permetteva di salvaguardare i ceti popolari."

 "Ci chiediamo ora con i contratti disdettati come e se, faranno uscire gli attuali inquilini dagli alloggi del Patrimonio comunale. Ma soprattutto perché un cittadino a basso reddito non possa vivere al centro di Roma. Si perché le case saranno affittate con una base d'asta che parte dai criteri dell Omi." E conclude il segretario:

"Insomma a Roma non cambia nulla. Anzi peggiora. Ieri la Castiglione ha firmato il "Protocollo sull'emergenza abitativa" con i soli costruttori, è partito il progetto per la cementificazione di Santa Palomba, lo Stadio fortunatamente è stato bloccato dalle inchieste. I poteri forti festeggiano a questo tanto annunciato cambiamento dei Cinquestelle, mentre i cittadini continuano a bere la propaganda. Un ultima cosa ci chiediamo. Come verranno reinvestiti i proventi degli affitti del Patrimonio capitolino, semmai si riuscirà a capire come si faranno uscire gli attuali inquilini, in rigenerazione urbana? Ormai i proclami non bastano più, noi svegli lo siamo sempre stati."

 

 

Foto correlate

  • C:\fakepath\daccilechiavi



Data notizia13.07.2018

Notizie correlate
Tessera 2018

5 x mille
Appuntamenti
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.