Contattaci Rss

da Massimo e Vincenzo sui fatti tragici di San Lorenzo


Da Massimo Pasquini…

 

Calma, ragioniamo.
A San Lorenzo è avvenuto un fatto atroce:

 

una ragazza di 16 anni è stata violentata e uccisa in uno stabile inutilizzato e abbandonato.

 


Salvini da avvoltoio parla e promette sgomberi a go-go di stabili occupati.
Non trovate una contraddizione?
Accade un fatto atroce in uno stabile abbandonato ripeto abbandonato e Salvini e forse anche la Raggi rispondono con un piano di sgomberi di stabili occupati da famiglie povere che nulla hanno a che vedere con il fatto di San Lorenzo.
Nessuno chiede conto al proprietario delle sue responsabilità per mancata vigilanza dello stesso stabile e del fatto che fosse abbandonato.
In realtà a Roma il degrado e l'illegalità sono diretta conseguenza degli stabili lasciati vuoti in balia del degrado e di usi illeciti.
La questione, quindi, e l'attenzione dovrebbero rivolgersi con meno ipocrisia nei confronti di chi proprietario pubblico o privato lascia incustoditi e vuoti i palazzi.
Ma di questo nessuno parla e una ragazza di sedici anni ne ha pagato care le conseguenze.
Queste vicende dovrebbero invece provocare un sussulto di dignità di cittadinanza e far dire a tutti e tutte basta palazzi vuoti basta degrado
.
Invece.......

 

 

 

Poscritto da Vincenzo Simoni

 

 A proposito di “occupazioni”: senza una casa, senza un tetto, non c’è vita, nemmeno precaria – è come morire di fame. Ti copri con i cartoni, trovi un androne, individui dei varchi, oppure ti aggreghi e sistemi alla meglio un “vuoto”; e non sei solo un “barbone”, sei precario, alla giornata, sei sfrattato e non collocato in un alloggio pubblico; insomma devi proteggerti. E magari non sei solo, hai famiglia. I “vuoti” sono un affronto costituzionale!

 

E i “centri sociali”? Sono contro il degrado, per l’amicizia e per la creatività, e qui non si spaccia, qui non si ruba, si procede comunque in una condizione collettiva di costante scarsità di risorse. Vanno conosciuti i “centri sociali” – di che cosa nemici?!  Lo si dica, che li si vuole schiacciare per le loro “aperture” anche troppo generose, spesso faticose, talvolta frustranti;  ma per proteggere chi?

 

Un confronto liberatorio è necessario e urgente.

 

 

 

 

 

Roma- Firenze 25 ottobre 2018.




Data notizia25.10.2018

Notizie correlate
Tessera 2018

5 x mille
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.