Contattaci Rss

editoriale di fine anno: Rigetto


Rigetto

Questa, per ora, l'apertura di un possibile editoriale di fine anno. E gli auguri, allora?! Più tardi se mi sarò ripreso dalle rassegne stampa a reti unificate, perché lo sono, unificate! Rigetto e chiusura, un clic ed è liberazione.

Potrei concludere, perché non sono solo, so di altri conoscenti che fan lo stesso gesto, perché hanno capito. Troppa faziosità? Magari, è peggio, è idiozia stampata e chiacchierata, è brutale caricatura, una cattiveria aspra che sarebbe degna di altre contese. Appunto, e dovrei davvero smetterla; tanto ho già fatto colazione, normalmente sono andato al gabinetto, e tra poco esco per Sant'Ambrogio (che è il mercato rionale di Santa Croce).

Me la prendo? O non è sempre stato così? Non so, può darsi; manipolazione, distorsione, calunnia e quando non basta, anche l'assassinio. Tutto vero, ma lasciatemi almeno il disgusto che non è rassegnazione.

Potrei ora riprendermi e tornare pacato. Ricordare quello che avevo diffuso nelle settimane di questo autunno e nel dicembre conclusivo..

Potrei fraseggiare ancora sulla natura di questo governo, interclassista e per questo di rottura. Neo-democristiano e dunque controcorrente. C'è da perdere la testa, se non tornano le definizioni, dove vado a parare? Con chi mi schiero?

 

Con delle persone, non poche, che mi stanno vicino e che mi interrogano per esserne rassicurati.

 

E per gli auguri?

Rileggo quanto ho scritto; per gli auguri non sono in forma, oggi.

 

 

Da Firenze nella mattinata del 31 dicembre  2018. Vincenzo Simoni

 

 




Data notizia31.12.2018

Notizie correlate
Tessera 2019

5 x mille
Appuntamenti
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.