Contattaci Rss

Conti economici che sballano tra geremiadi, tenaci amnesie ed altro ancora.


Soldi veri comunque si insinuano: non sono solo corsari internazionali; sono le ipermafie con capitali esuberanti, ma anch’esse con una redditività contrastata da un ciclo pervicace: l’assestamento - che è altra cosa dalla recessione. L’assestamento non è bloccante; esige lo  spostamento di risorse per selettive migliorie e completamenti virtuosi. Il nostro corpo sociale non richiede interventi chirurgici, con rigetti destabilizzanti; ha bisogno di parziali incentivi ma anche del riposo e della riabilitazione. Deve smaltire parecchie tossine, ma lo deve fare con pazienza e comprensione. Dunque è obbligata in una fase tremolante una cautela che non sia paralizzante. Non è moderatismo, non è andare avanti alla giornata: è una linea strategica che, se non parla di rivoluzione e solo in parte di riforme di struttura, è tantissima programmazione indirizzata da un consistente recupero delle funzioni statali.

E invece siamo in balia di opposizioni e da contigue parti del governo molto nevrotiche, che puntano con il collo torto per che cosa? Per competere a tutti i costi pagando meno tasse, con totale discrezionalità nel costo del lavoro, restaurando le antiche gabbie salariali. Insicuro di farcela nelle dinamiche standard dei conflitti sociali, questo fronte oggettivamente reazionario ricorre ad altri non originali depistaggi, che vanno dalla rappresentazione tambureggiante di un incombente disastro, al separatismo interregionale e se non basta anche ai pogrom etnici. Chi cerca un'altra strada? Nello sfalsamento del centro sinistra parlamentare che attacca da destra il governo giallo-verde, la surroga politica da alcuni mesi è stata assunta dai tre sindacati confederali che individuano nei ministeri di spesa gli interlocutori da incalzare. In questo schieramento emerge Maurizio Landini che precisando in questi giorni il senso della patrimoniale di  scopo non rifugge dal “confronto” nelle città (da Prato a Torre Maura) con lo stesso squadrismo etnico/sociale.

Scarica il link di una comunità ecclesiale che riprende una sua intervista a La Repubblica e  le repliche di Zingaretti segretario PD e del ministro Di Maio:

 https://www.interris.it/italia/landini--per-la-patrimoniale--ecco-cosa-ne-pensa-il-pd

 http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2019/04/03/di-maio-mai-una-patrimoniale_e9b799d9-16cf-4755-ac76-f615d7213235.html

 Per saperne di più, con le reazioni del centro destra, cerca su un motore di ricerca  “ la patrimoniale di Maurizio Landini”- sono furibonde.

Per il resto che si tratti di “sblocca cantieri” e di “provvedimenti per la crescita” il segno è prevalente è la manutenzione del sistema, da affrontare per ora con mezzi ordinari.  Avvertenza finale: per quanto attiene al passaggio su Landini, la mia è una registrazione realistica su quello che avviene – senza il collo torto.

 

VS. 5 aprile 2019.




Data notizia05.04.2019

Notizie correlate
Tessera 2019

5 x mille
Appuntamenti
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.