Contattaci Rss

Estratto da : “Sciacquaraquà” di Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano del 25 aprile 2019


Estratto da : “Sciacquaraquà”  di Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano del 25 aprile 2019

“Se Salvini non vuol più sentire accostare la Lega alla mafia, tronchi ogni rapporto con chi ha accostato la Lega alla mafia: cioè con Arata, che l’ha fatto consapevolmente, e con Siri, che l’ha fatto inconsapevolmente. Mentre lui straparla, i mafiosi lo tengono d’occhio: se il ministro dell’Interno recide prontamente e nettamente quelle liaisons dangereuses, nate magari a sua insaputa, si dimostra inaffidabile per quegli ambienti. Se invece continua a sorvolare su Arata e a difendere Siri, si dimostra affidabile, oltreché permeabile. E non c’è comizio antimafia (una specialità di tutti i politici, anche dei più collusi) a Bagheria o a Corleone, il 25 aprile o in altre occasioni, che possa ribaltare quel giudizio. “

Commenti flash:

la svolta “nazionale” imposta da Salvini alla Lega si articola al nord, centro e sud ed è inteconnessa.

Nord. Completare il controllo con il SI TAV e l’autonomia regionale rafforzata: prendendosi anche il Piemonte e subordinare l’Emilia Romagna.

Centro: sul logoramento degli eredi del PCI raggruppare non solo tutte le destre ma anche settori dell’acefalo renzismo. Gossip: Salvini è neo fidanzato con la figlia di Verdini ispiratore del patto del Nazzareno..

SUD: Travaglio ci invita a collegare la massiccia incursione meridionale di Matteo Salvini con il travaso dei maggiorenti di Forza Italia e la volatilità dell’elettorato cinque stelle; percepito il rischio mortale è spiegabile l’impegno totale di Di Maio sul caso Siri che non è appunto un episodio.

PS: la partita nel Meridione è strategica ma è addittura cruciale il controllo degli apparati militari e polizieschi dello Stato.

Red. www.unioneninquilini.it  - 3 maggio 2019




Data notizia03.05.2019

Notizie correlate
Tessera 2017

5 x mille
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.