Contattaci Rss

Sfratti anno 2018, leggera diminuzione, ma situazione resta drammatica- Nota UI e dati ufficiali


Unione Inquilini

Segreteria nazionale

Via Cavour 101 – 00184 Roma

Tel. 06 4745711

Mail:  unioneinquilini@libero.it

 

Roma 8 luglio 2019

 

Sfratti: “Nel 2018 oltre 56.000 le sentenze di sfratto emesse a livello nazionale, oltre 30.000 gli sfratti eseguiti con forza pubblica, oltre 118.00 le richieste di esecuzione presentate da ufficiali giudiziari. Assistiamo ad una lieve riduzione complessiva degli sfratti ma la situazione resta incandescente e restano inesistenti le politiche abitative, Urgente e improrogabile un piano strutturale che aumenti l’offerta di alloggi a canone sociale attraverso il recupero e l’autorecupero degli immobili pubblici e privati inutilizzati nelle nostre città.”

 

L’Ufficio Statistica del Ministero dell’interno ci ha inviato i dati, in allegato relativi agli sfratti del 2018, non dopo molte insistenze e dopo che il termine fissato per giugno era stato abbondantemente superato.

Detto questo i dati in sintesi ci dicono che in Italia nel 2018 sono state emesse 56.140 sentenze di sfratto ( - 6,17% sul 2017) ,  di queste  49.290 per morosità,  1995 per necessità, e 4.855 per finita locazione.  Quindi oltre il 90% degli sfratti continuano ad essere motivati da morosità segno che i livelli degli affitti continua ad essere eccessivo rispetto ai redditi delle famiglie.

Importante segnalare che delle 49.290 sentenze di sfratto per morosità, 21.712 riguardano i capoluoghi di provincia e 27.578 riguardano il resto delle province.

A livello regionale le sentenze di sfratto hanno interessato in particolare la Lombardia con 9.872 sentenze emesse (8.054 per morosità ma di queste 6263 emesse nelle province non capoluogo), il Lazio con 7259 sentenze emesse (6.669 per morosità), la Campania con 6029 sentenze (5.130 per morosità), il Piemonte con 5610 sentenze di sfratto (5.375 per morosità).

Le esecuzioni di sfratti con forza pubblica sono state 30.127(- 5,56% rispetto al 2017), le richieste di esecuzione sono state 118.823 ( - 10,14%) .

In particolare si segnala l’aumento spropositato delle esecuzioni di sfratto nella provincia di Milano (+ 593,9%). 

In generale si registrano diminuzioni più o meno rilevanti in tutte le province in particolare nelle grandi aree urbane e metropolitane ma si registrano anche rilevanti aumenti di esecuzioni di sfratto oltre alla provincia di Milano nelle esecuzioni si segnalano aumenti nelle seguenti province: Bergamo + 23,25%,  Sondrio + 32,25%, Udine + 36,57%, Modena + 37,83%, Pistoia 31,31%, Ascoli + 53,85%, Macerata + 78,75%, Frosinone + 39,51%, Rieti + 26,19, Taranto + 61,98%, Potenza + 92%, Palermo +23.83%.

Da questi primi dati, altri potete vederli negli allegati che forniamo, si evince che la situazione resta incandescente, che non cambia per pochi punti percentuali in meno, e restano inesistenti le politiche abitative, Urgente e improrogabile un piano strutturale che aumenti l’offerta di alloggi a canone sociale attraverso il recupero e l’autorecupero degli immobili pubblici e privati inutilizzati “nelle nostre città. Sarà questo il tratto distintivo della VIII Giornata Nazionale 10 ottobre Sfratti Zero che si svolgerà in almeno 50 città in Italia”

 

 




Data notizia12.07.2019

Notizie correlate
Tessera 2017

5 x mille
Appuntamenti
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.