Contattaci Rss

Il fattore dominante delle crisi


Il fattore dominante delle crisi

 è l’insana pulsione alla crescita in un contenitore irriformato.

 Con altre parole: saturazione e indigenza; costi immani delle città metropolitane e l’improbo dosaggio intergenerazionale.

La Geografia dell’ingorgo occupa uno spazio che rimbalza dagli incendi amazzonici alle milionate di Hong Kong, dai crac germanici al nostro ferragosto.  Chi riflette? Solo tanto stress, ansia, parolacce, polizie in affanno e sbracciamenti.

 Fermatevi, cretini!

Anche chi ha deriso le ragazzine con le treccine ci sta arrivando; non saranno le sbandierate masse rutilanti, è un mondo nuovo che invoca, senza le prediche dei saggi,  l’affetto delle nostre età.

 

Firenze, 22 agosto del 2019 - V. Simoni, 1937




Data notizia22.08.2019

Notizie correlate
Tessera 2020

5 x mille
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.