Contattaci Rss

In un modo o nell’altro,la solita tenaglia sui Cinque Stelle


In un modo o nell’altro,

la solita tenaglia sui Cinque Stelle.

 Il fiume carsico di un altro mondo necessario che riaffiora e si spande viene contenuto e irriso. da chi non crede alle catastrofi, e per questo alterna l’affarismo di facile decrittazione con esangui palliativi assistenziali. E invece come stanno le cose del mondo? E’ percorso da una febbre nevrotica di cui ne sono consapevoli gli stessi apicali infetti.

 Scrivo ricordando altri appunti, sul difficile neo-interclassismo che presuppone un governo convinto. E l’assestamento? Andrebbe praticato con una informazione accurata e semplificata. Se questo è il neo-umanesimo auspicato dal prof. Conte la tenaglia sui Cinque Stelle è il reattivo volgare contro chi solleva degli stendardi  irritanti: uno tra tutti la dignità nel lavoro.

 Con chi vengono associati i Cinque Stelle? Con Bergoglio!

 Stendardi, e qualche nuova regola, un passo avanti e delle retrocessioni. Questo nei decreti sul lavoro. Eppure quanto odio dai Brambilla della Val Padana! Come possono reggere il Cinque Stelle a questo assedio? Concentrando la questione che riassume quasi tutto il resto nella dignità/sobrietà verso se stessi e verso le lontananze.

 Il vademecum dei 20 propositi può servire – sono i cahiers de doléance. Ma è la loro  miscela quella che potrebbe portare in avanti una massa critica. Tutto il resto, il potere, i ministeri, il rispetto, non si risolve con delle contestate impuntature; gli strumenti servono, ma con un motivo che è diverso dalla loro esposizione.

 Come andranno le cose?

V. Simoni – 31 agosto 2019.

 




Data notizia31.08.2019

Notizie correlate
Tessera 2020

5 x mille
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.