Contattaci Rss

Venezia: Solidarietà, tutta, agli abitanti di Venezia. Un accorato messaggio di Cesare Ottolini, con l’adesione della redazione di www.unioneinquilini.it


Cara Matelda, Cari compagni,

Riemergo adesso da due durissime giornate per preparare la sessione del Tribunale degli Sfratti a Santiago del Cile tra pochi giorni, e trovo il tuo appello da Venezia!

Coraggio Matelda, solidarietà e forza!

E' davvero dura stare sul fronte con l'acqua che sale e sale e sale, l'ho vissuto direttamente a casa mia, Piazzola sul Brenta, nel novembre 1966, avevo dieci anni e la piena è entrata con 1,40 metri in casa ...

Alle tele mostrano il sindaco Brugnaro con gli stivaloni in piazza S. Marco invasa dall'acqua, e si complimentano perché, per fortuna c'è stato soltanto 1 morto.

E tutti gli altri, abitanti poveri e meno poveri di Venezia?

Un colpo terribile che, speriamo, non li convincerà ad abbandonare questa città meravigliosa ma difficile. Con la scusa del cambiamento climatico qualcuno dirà che per essere "resilienti" meglio andare in terraferma, quando invece ci sono proposte alternative per fare fronte all'acqua alta. Non il MOSE, che non avrebbe retto, ma politiche dettate dalla re-esistenza che gli abitanti di Venezia hanno saputo costruire nei secoli, e che chiedono politiche pubbliche di salvaguradia della residenzialità, non dei soli monumenti.

Problema simile a quelli che affronteremo,e giudicheremo, appunto nella sessione del Tribunale Internazionale degli Sfratti (Santiago del Cile, 3-5/12/2019) parallelo alla COP 25.

Da fuori Venezia purtroppo non possiamo fare molto. Però possiamo amplificare la voce degli abitanti.

Qualcuno ha redatto un comunicato stampa di solidarietà, di protesta e proposta?

 

Ciao in solidarietà, tutta!

 

Cesare

 

-- 
--------------------------
Unione Inquilini Padova
sede consulenza 
via Morandini, 26
35136 Padova (Montà)
www.unioneinquilini.it



Data notizia13.11.2019

Notizie correlate
Tessera 2020

5 x mille
Appuntamenti
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.